Marco Sodini: L’A2 non ha un numero sufficiente di italiani per avere così tante squadre

Marco Sodini: L’A2 non ha un numero sufficiente di italiani per avere così tante squadre

Marco Sodini, coach dell’Orlandina Basket: Vogliamo fare in modo di alzare la competitività interna? Bisogna ridurre il numero delle squadre

Intervista con basketuniverso.it per Marco Sodini, coach dell’Orlandina Basket. Ecco alcuni passaggi:

«La Serie A2 non ha un numero sufficiente di giocatori italiani per avere così tante squadre. E io ho vinto la classifica dei giovani. Vogliamo fare in modo di alzare la competitività interna? Bisogna ridurre il numero delle squadre. Dobbiamo fare in modo che i giovani italiani siano in grado di giocare in Serie A tra 4 anni. Non l’anno prossimo».

«Dopo la vittoria con Milano in Coppa Italia a Firenze ero veramente contento. Confesso però che io lo sapevo. Hanno messo anche il mio discorso pre-partita sui social della Lega Basket. Una settimana fa mi ha scritto Jamie Smith, dicendomi che si ricorda come se fosse ieri il discorso pre-gara contro Milano. Però i miei ricordi rispetto a quella partita lì sono offuscati dal fatto che non abbiamo vinto la Coppa Italia: io ero convinto che ce l’avremmo fatta. Non dimenticherò mai il tiro sbagliato di Jeremy Chappell contro Brescia ci avrebbe portato in finale. Poi non so con quali giocatori l’avrei giocata – perché erano tutti rotti – ma ero sicuro che l’avremmo vinta».

Commenta