Marco Belinelli chiama Meo Sacchetti: Devo ancora sentirlo, ma io per il Mondiale ci sono

Marco Belinelli chiama Meo Sacchetti: Devo ancora sentirlo, ma io per il Mondiale ci sono

La stella azzurra pronta per il Mondiale: Ne ho discusso pure con il Gallo: siamo felici. I 76ers? Secondo me hanno fatto una cavolata a non farmi una proposta

Marco Belinelli chiama, dalle colonne de La Gazzetta dello Sport, coach Meo Sacchetti per i Mondiali in Cina: «Io ci sono. Ne ho discusso pure con il Gallo: siamo felici. Devo sentire ancora Sacchetti, ma ha la mia assoluta disponibilità. Il Mondiale è un evento straordinario che mi piacerebbe giocare. Ne avevo parlato con Petrucci quando ero andato a trovare i compagni a Bologna a settembre, prima del rientro negli Usa. È un bel regalo».

I contatti con i compagni restano costanti: «Sono in contatto con tutti: ci messaggiamo spesso. Anche prima della gara con l’Ungheria ho scritto a Luca Vitali, a Pietro Aradori e a Gentile. Mi pare il minimo farmi vivo da qui. Vista la distanza, almeno far sentire la mia voce. Siamo uno spogliatoio compatto. Sono soddisfatto per ciò che questi ragazzi hanno fatto in queste finestre, con me e Gallo fuori a guardare».

E un pensiero ai 76ers: «Secondo me hanno fatto una cavolata. Credevo che dopo quei tre mesi a mille, al 99% avrei ricevuto una proposta e sarei rimasto lì. Ma sono felicissimo di essere di nuovo dove ho vinto un titolo Nba. Comunque a Philly mi hanno accolto benissimo al mio ritorno con San Antonio: maglia firmata, un poster, una lettera e tanti applausi».

A dire il vero, in un’intervista concessa sempre da New York ma a Massimo Basile di Repubblica, i toni diventano più sostenuti: «Meo Sacchetti non ha mai chiamato, nè me nè Gallo. Noi ci siamo, bisogna capire cosa pensa il ct. Sulla mia rinuncia estiva ne avevo parlato con tutti, dal ct al presidente Gianni Petrucci: a 32 anni mi trovavo davanti ad una stagione decisiva per me. Tornavo a San Antonio, in un gruppo nuovo. Alla fine la scelta è stata giusta, non mi pento».

Commenta