March Madness: Il recap di ieri, Kentucky e Gonzaga tra le prime 8 alle Sweet Sixteen

Poche sorprese ieri, cadono Villanova e Kansas, strepitose prestazioni di Brandon Clarke e Carsen Edwards

I risultati delle partite di ieri, che hanno decretato i primi 8 team qualificati alle sweet sixteen:

GAME SITE
(3) LSU 69, (6) Maryland 67 Jacksonville I
(2) Kentucky 62, (7) Wofford 56 Jacksonville II
(2) Michigan 64, (10) Florida 49 Des Moines I
(4) Florida State 90, (12) Murray State 62 Hartford I
(1) Gonzaga 83, (9) Baylor 71 Salt Lake City I
(2) Michigan State 70, (10) Minnesota 50 Des Moines II
(3) Purdue 87, (6) Villanova 61 Hartford II
(5) Auburn 89, (4) Kansas 75 Salt Lake City II

Poche le sorprese, se non le nette sconfitte di due storiche potenze come Villanova e Kansas, sepolte dagli attacchi esplosivi di Purdue e Auburn.

Kentucky ha limitato come meglio non poteva il cecchino Fletcher Magee (0 su 12 da tre) e passa il turno nonostante l’assenza di un elemento fondamentale both ends come PJ Washington.

Con ogni probabilità si è chiusa con la sconfitta contro Florida State la carriera NCAA di Ja Morant , che saluta i Racers con 28 punti e 5 assist.

Due prestazioni individuali da sottolineare, da due prospetti NBA forse sottovalutati dalla Draft Industry. Carsen Edwards ha distrutto la difesa di Villanova segnando 42 punti con 3 su 5 da due, 9 su 16 da tre e 9 su 9 ai liberi. Edwards non ha i centimetri per giocare da guardia pura, ma è un atleta tremendo che troverà di sicuro il modo per farsi valere anche al piano di sopra.

 

Poi Brandon Clarke, big man che a Gonzaga continua a sorprendere, ieri 36 punti con 8 rimbalzi, 3 assist, 2 recuperi e 5 stoppate contro Baylor, tirando 15 su 18 dal campo e 6 su 8 ai liberi.

Commenta