Macchi: Abbiamo 8 lodi, siamo indietro con gli stipendi ma cercheremo di regolarizzare presto

Macchi: Abbiamo 8 lodi, siamo indietro con gli stipendi ma cercheremo di regolarizzare presto

Le parole del presidente della Mens Sana Massimo Macchi: La società si è ritrovata con sempre meno partner. Stabilisco un termine di 25 giorni per portare un nuovo socio

Massimo Macchi, presidente della OnSharing Siena , in una conferenza stampa presso la Neo Medica, ha parlato della situazione in casa Mens Sana.

Queste le sue parole riportate da La Nazione.

“La società si è ritrovata con sempre meno partner, che hanno deciso di alleggerire il proprio ruolo nonostante ci aspettassimo un percorso diverso. I nostri clienti sono i tifosi e in maniera più ampia i cittadini di Siena. Per tifosi intendo l’Associazione Io Tifo Mens Sana e tutti gli altri, partendo da quelli della Curva. Poi ci siamo noi, la Polisportiva, l’Associazione e il Consorzio. Quando le quote degli altri soci diminuivano li ho visti allontanarsi sempre di più. Un esempio è il comunicato stampa dell’altro giorno, che mi ha fatto male. Anche gli altri tifosi hanno preso nei nostri confronti un atteggiamento molto duro. In più il Consorzio non vuole essere più socio, nonostante contratti firmati. Ho proposto di fare un altro tipo di accordo ma aspetto da mesi la risposta” ha detto. “Chi commenta con cattiveria la nostra situazione non ci aiuta. Stabilisco un termine di 25 giorni per portare un nuovo socio. Non ce ne vogliamo andare e garantiamo la fine della stagione ma se c’è qualcuno che non ci vuole, si faccia avanti. Per conto nostro stiamo cercando di un nuovo socio, così come altri sponsor seri. Tra poco chiuderemo l’aumento di capitale e avremo più del 90% delle quote. Il momento resta molto duro ci sono fornitori non pagati e scadenze non mantenute” ha aggiunto il numero 1 della società che ha anche parlato dei lodi e del mercato. “Abbiamo da saldare 8 lodi, di cui 5 esecutivi, tutti da agenti di giocatori. Per tornare sul mercato serve sanarli: è nostra intenzione farlo nel minor tempo possibile per dare a Moretti e allo staff un giocatore in più. Faremo tutto il possibile, il prima possibile. I soldi della Fip li ho pagati di tasca mia, in tempo, e non ci saranno penalizzazioni. Siamo indietro con gli stipendi di giocatori e dipendenti ma cercheremo di regolarizzare presto. Anche con la Polisportiva per affitto e bollette. Per farci riattaccare la luce dobbiamo ‘solo’ pagare: siamo in ritardo ma ci riusciremo. Una cifra per lasciare? Non la faccio ma quello che pesa molto sono i 400mila euro di situazioni pregresse. Senza sarebbe tutto più facile”.

Commenta