L’Unieuro Forlì espugna San Severo 62-63, finale al cardiopalmo

L’Unieuro Forlì espugna San Severo 62-63, finale al cardiopalmo

Vittoria di 1 per Forli

Forlì inizia al meglio il 2020, vincendo, seppur soffrendo molto più del dovuto a San Severo, dove i padroni di casa accarezzano l’impresa quasi fino alla fine. Senza Kennedy, i vari Spanghero, Demps e Mortellaro lanciano il cuore oltre l’ostacolo ma senza mettere in cascina i due punti. San Severo lascia il campo a testa alta ma la classifica continua ad essere più che preoccupante, con i pugliesi fermi a quota 10 e penultimi grazie alle 11 sconfitte in 16 uscite. L’Unieuro trova un successo che le consente di restare ben aggrappata al terzetto di testa del girone est.

Il primo quarto vede partire meglio l’Allianz San Severo, ma dal 5′ Forlì entra in gara e ristabilisce l’equilibrio. Demps e Mortellaro fanno pentole e coperchi e tengono la Cestistica a contatto dei forlivesi, che invece trovano realizzazioni da quasi tutti i giocatori impiegati da coach Dell’Agnello. Al 10′ il punteggio è 21-24.

L’esperienza e la concretezza di Giachetti spingono gli ospiti che però non scappano fino al 15′, quando Cagnazzo è costretto a chiamare timeout sul 25-32 quando la difesa giallonera ha bisogno di una ramanzina dopo quanto subito da Watson, Ndoja e Rush. La sospensione porta agli effetti contrari, l’Allianz sbaglia dalla lunetta, pasticcia in attacco e Forlì affonda la difesa dauna col 28-36. Riemerge Demps in compagnia di Mortellaro, Spanghero e Di Donato così San Severo riprende a segnare, arriva quindi il parziale di 11-0, la Cestistica ritrova il vantaggio che al riposo lungo è di 39-36.

Maspero accende gli animi gialloneri nei primi due minuti del terzo quarto, a lui si aggiunge il solito Demps ma dall’altro lato rispondono Marini e Watson. I romagnoli stringono le maglie difensive mentre i sanseveresi passano a zona. Demps insacca la tripla del +8 e sul 51-43 tocca a Dell’Agnello chiedere timeout al 25′. La bomba di Marini ridona ossigeno agli ospiti, Spanghero sparacchia e la difesa sanseverese compie qualche ingenuità di troppo, così i biancorossi, ancora con Marini, ristabiliscono la parità al 29′. Spanghero riporta avanti i suoi che alla terza sirena sono avanti per 53-51.

Conti sbaglia in due occasioni consecutive al 31′, le realizzazioni dell’ultimo quarto si sbloccano solo al 32′, quando Spanghero sigla il 55-51. Bruttini prova ad accorciare le distanze ma Demps vanifica tutto, Dell’Agnello può solo chiedere sospensione al 34′ sul 58-53 casalingo. Italiano dalla lunetta non trova punti, così la sua squadra incassa la tripla di Watson valevole per il -2. L’offensiva sanseverese incontra qualche intoppo, Mortellaro vede fischiarsi un fallo tecnico, che coincide col suo quinto fallo personale ed il passaportato giallonero abbandona la gara a 2′ dal termine, quando Forlì ritrova la parità (60-60) sempre col solito Marini. Si gioca punto a punto, Rush a 58″ dalla sirena firma il sorpasso del 62-63 e timeout di Cagnazzo. Di qua non segna più nessuno e Forlì espugna in volata il parquet del “Falcone e Borsellino”. L’Allianz perde, in casa giallonera c’è amarezza perché l’impresa stava per compiersi fino a pochi secondi dalla fine. Forlì torna successo dopo il passo falso di una settimana fa con Orzinuovi, che sarà la prossima avversaria dei pugliesi.

 

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Unieuro Forlì 62-63 (21-24, 18-12, 14-15, 9-12)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano jerome Demps iii 20 (3/6, 4/8), Marco Spanghero 19 (7/10, 1/3), Chris Mortellaro 8 (4/6, 0/0), Giacomo Maspero 5 (1/3, 1/3), Emidio Di donato 4 (1/2, 0/2), Andrea Saccaggi 3 (0/2, 1/6), Nazzareno Italiano 3 (0/1, 1/2), Alberto Conti 0 (0/2, 0/2), Michele Antelli 0 (0/0, 0/0), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Niro 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 12 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Emidio Di donato 11) – Assist: 10 (Marco Spanghero 6)

Unieuro Forlì: Maurice Watson jr 13 (2/4, 2/4), Pierpaolo Marini 13 (2/4, 2/6), Jacopo Giachetti 11 (5/9, 0/2), Erik Rush 8 (1/5, 2/5), Davide Bruttini 6 (3/4, 0/0), Klaudio Ndoja 5 (1/3, 1/2), Lorenzo Benvenuti 4 (1/4, 0/1), Luca Campori 3 (0/0, 1/1), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Tommaso Oxilia 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 24 3 + 21 (Erik Rush 8) – Assist: 10 (Maurice Watson jr 4)

Commenta