Luke Walton sbraita: Non ne posso più. L’arbitraggio non è stato giusto

Luke Walton sbraita: Non ne posso più. L’arbitraggio non è stato giusto

Il coach dei Lakers si lamenta dell'arbitraggio dopo il Ko con gli Spurs

Il coach dei Los Angeles Lakers, Luke Walton ha criticato l’arbitraggio dopo la sconfitta contro i San Antonio Spurs 143-142 dopo un overtime.

I Lakers sono 0-3 dopo tre gare di regular season.

Fatemi iniziare ora. Non volevo dire niente. Volevo non buttare i miei soldi ma non ne posso più” ha detto Walton. “Abbiamo segnato 74 punti nel pitturato contro i 50 degli avversari e loro sono andati in lunetta più di noi. Hanno tirato 38 liberi contro i 26 nostri. Guardate il video dove ho preso un tecnico. Guardate cosa succede al braccio di LeBron James. Lo stesso fallo che ha permesso a James Harden e Chris Paul di tirare 30 liberi contro di noi la sera prima. Segnato 70 punti a sera. Nel pitturato” ha detto un arrabbiato Walton. “Guardate la partita di Josh Hart. E’ rimasto in campo 40 minuti. Fa una sola cosa: attaccare il ferro. Ed ha chiuso con zero liberi. Zero. So che sono giovani, lo capisco. Ma se dobbiamo giocare in una certa maniera, non date un libero ad un giocatore che floppa a 15 metri dal canestro sia giocate che non hanno a che fare con il possesso in corso. Fanno flop solo per vedere se riescono a prendersi un fallo. Ed invece non vengono ricompensati i giocatori che vanno col fisico nell’area e vengono colpiti. Non è giusto”.

[pb-team id=”112″]

Fonte: ESPN.

Commenta