Legabasket non aveva considerato la Coppa Intercontinentale nel planning della stagione

Legabasket non aveva considerato la Coppa Intercontinentale nel planning della stagione

Varese aveva proposto due soluzioni alternative per giocare il big match contro la Virtus Bologna nel fine settimana e non di giovedì

La Openjobmetis Varese ha tuonato per la decisione della Legabasket di far recuperare la sfida contro la Virtus Bologna giovedì 27 febbraio alle 20.30. La partita era in programma il 9 febbraio ma quei giorni la Virtus è impegnata nella Coppa Intercontinentale di Tenerife.
Varese, a conoscenza della cosa da oltre un mese, aveva proposto due date alternative per giocare il tanto atteso match contro Milos Teodosic e compagni durante il fine settimana.

Prima ha proposto il primo febbraio con spostamento di Segafredo-Pesaro a giovedì 27. Poi ha proposto domenica 22 marzo quando le VuNere avranno il turno di riposo con spostamento al 25 febbraio del match casalingo contro la Grissin Bon Reggio Emilia.
Ma le proposte di Varese sono cadute nel vuoto.

“Prendiamo atto della decisione, anche se alla fine, per la gestione della squadra e dei nostri tifosi, saremo penalizzati noi che giochiamo in casa” dice Andrea Conti, GM di Varese, a La Prealpina.

La Prealpina aggiunge che nel momento in cui la Virtus ha aderito alla Coppa Intercontinentale, che nel planning della stagione LBA non ne aveva assolutamente tenuto conto, la Legabasket avrebbe dovuto trovare una soluzione condivisa tra due club invece che tenere in sospeso la questione per un mese per poi accettare in toto le richieste della Virtus.

Commenta