L’Efes Istanbul corsaro 81-76 a Milano, prima sconfitta casalinga di EuroLeague per l’Olimpia

L’Efes Istanbul corsaro 81-76 a Milano, prima sconfitta casalinga di EuroLeague per l’Olimpia

L'Anadolu di Larkin e dei lunghi supera l'AX, la squadra di Messina mette in campo un'ottima difesa ma cade per la prima volta in casa e perde la vetta

Sfida al vertice al Forum di Assago, l’Olimpia ospita i Turchi dell’Efes dell’ex Simon.

Avvio a tutto Pleiss, il tedesco schiaccia in alley-oop e Beaubois segna il 7-2, Chacho unico a segno per la squadra di casa nei primi possessi del match. Rodriguez realizza anche dall’arco, il centro ospite stoppa Scola due volte e Singetlon punisce a rimbalzo offensivo, approfittando di un Tarczewski poco attento. Brooks e Roll da tre smuovono il punteggio e regalano il sorpasso, la difesa di Milano sale di livello e dopo il tecnico ad Ataman è 12-9 a tabellone. La giocata da tre punti dell’ex Simon riporta i Turchi avanti, Biligha inchioda e White dall’angolo fanno esplodere il Forum, con il pubblico a festeggiare le due stoppate dei lunghi Italbasket: 17-16 al termine del primo periodo.
Brooks risponde alla tripla di Peters, l’ex Zalgiris è scatenato e già a quota 8 ma dopo il 25-19 l’Efes non si scompone, ritornando a stretto contatto con Larkin sulla sirena dei 24. Mack esprime un ottimo basket, Sanli si fa strada sotto canestro ed è vantaggio Turco al 15′, con show del play ex Baskonia (8 punti in un amen e 33-28). Micov trova lo spazio giusto in penetrazione, Beaubois è fortunato da tre ma l’Olimpia è li, con Roll ed i punti del Serbo. Dopo tre rimbalzi in attacco l’AX torna davanti, Tarczewski guida ma combina un disastro nell’ultimo possesso: fallo e tecnico regalando i punti del 39-41 di metà partita.

Subito timeout per coach Messina sul -6, Nedovic si iscrive finalmente alla gara dopo i due falli in avvio ma è brutta notizia per il coach bianco-rosso: terzo e quarto fallo del centro Americano che viene prontamente richiamato in panchina. Il suo sostituto Biligha si fa trovare pronto in area, Singleton è un fattore dall’altra parte del parquet ma Rodriguez-Scola brillano, sul 49 pari. Micic realizza il suoi primi canestri dal campo, Anderson non sbaglia ed è +8 ospite, cacciato indietro dalla stupenda tripla del Chacho. Brooks appoggia da sotto, Peters inventa in precario equilibrio (2+1) e Milano prova a restare attaccata, Nedovic e Mack per il -2 dopo la stoppata di Biligha, 60-62 ad un quarto dal termine.
Brooks piazza la quarta stoppata personale, Mack realizza due canestri in fila e Milano resta avanti di un possesso, prodezza di Micov e bel lavoro a rimbalzo del positivo White. Simon pareggia dopo il rimbalzo offensivo, lo score resta in equilibrio con le percentuali al tiro che calano da ambo le parti. Non segna più nessuno, Larkin si mette in proprio e dopo l’infrazione 24 secondi AX la guardia dell’Efes guadagna tre liberi importantissimi, 73-68 a tre minuti dalla fine del match. Nedovic scocca dall’arco, Micov recupera ma non si concretizza in attacco, con Singleton a punire subito per il nuovo +5. Simon dalla lunetta grazia al 50% la sua vecchia squadra, Rodriguez segna il 74-77 ed il Forum prova a spingere l’Olimpia, fischiando l’attacco Turco. Il Chacho manca il pareggio a 30 secondi dal termine, Larkin non sbaglia con il 4/4 e Milano perde per la prima volta al Forum in Euroleague, 81-76 il finale e l’Efes resta in vetta lasciandosi l’Olimpia alle spalle.

[pb-game id=”421009″]

Commenta