L’Umana Reyer Venezia non concede neanche le briciole, Trento dominata in gara-2

L’Umana Reyer Venezia non concede neanche le briciole, Trento dominata in gara-2

Meno di dieci minuti. E’ il tempo in cui la Dolomiti Energia Trento ha fatto la voce grossa in laguna. In due partite. Per il resto, solo Umana Reyer Venezia

Meno di dieci minuti. E’ il tempo in cui la Dolomiti Energia Trento ha fatto la voce grossa in laguna. In due partite. Per il resto, solo Umana Reyer Venezia , questa volta dominante nell’intero svolgersi di gara-2: 69-51 il finale, serie sul 2-0.

Tutto da fare, molto da comprendere per la squadra di Maurizio Buscaglia, lontanissima dalle prerogative dell’impresa della stagione passata. Non una questione di difesa, sempre impattante contro le bocche da fuoco dei padroni di casa, certamente un problema d’attacco, perchè la transizione non diventa naturale sbocco (17/48 da 2), e il tiro da 3 resta arma sconosciuta (2/11).

Merito anche della tenuta degli uomini di De Raffaele, intenti ad un processo di recupero fisico a serie in corso, con i vari Julyan Stone Mitchell Watt da rimettere in condizione, e Stefano Tonut semplice spettatore. Ancora una volta, il protagonista sui 40’ è quello che non ti aspetti: Gasper Vidmar non soffre, anzi domina il confronto con Dustin Hogue. Sono particolari che contano, simbolo di un’inconsueta anima operaia che consente di mettere le mani sul pallone un istante prima dell’avversario. A Trento, tra due giorni, il primo match-point.

[pb-game id=”415513″]

4° QUARTO

Trento passa a zona, la difesa regge per 3’, ma l’attacco non ne approfitta, e Austin Daye piazza il jumper con fallo del 54-40 con 7.25 da giocare. Non c’è continuità nella Trento di Buscaglia, Haynes ristabilisce il +15 con il 59-44 che accompagna verso gli ultimi 5’, mentre l’Aquila entra anche in bonus. Haynes e Watt, con il +18, mandano i titoli di coda.

3° QUARTO

L’attacco di Trento continua ad essere il grande attento, la difesa di Venezia ha buon gioco e con Vidmar e Bramos arriva sino al +15. Timeout importante per Buscaglia, ma dopo i due liberi di Hogue Flaccadori ecco la persa di Pascolo e la tripla del +17 di De Nicolao (50-33 a 50”). Flaccadori risponde con la seconda tripla di squadra, Marble stoppa Cerella ed è 50-36 a fine terzo quarto. 20/46 al tiro per i padroni di casa, 12/43 per gli uomini di Buscaglia, che vanificano così le 14 palle perse di De Raffaele e i 9 rimbalzi offensivi conquistati.

1° TEMPO

Dopo le follie di gara-1, avvio a ritmo blando dominato sostanzialmente dalle difesa, e controllato dagli uomini di Walter De Raffaele. 34-21 a fine primo tempo, padroni di casa che hanno un Daye in scia dal finale di gara-1, con 9 punti e 3/4 dal campo. Haynes impreciso ma autore di 6 punti, Vidmar fattore con un Watt a mezzo servizio: 7 punti e 5 rimbalzi. Trento ha 5 punti da Pascolo e Craft ma è disastrosa in attacco, con 7/30 da 2 e 0/3 da 3. A rimbalzo è 29-19 Venezia.

Commenta