Una tripla di Stone e la difesa di Cerella fermano la corsa di Sassari: gara-1 è di Venezia

Una tripla di Stone e la difesa di Cerella fermano la corsa di Sassari: gara-1 è di Venezia

Il primo atto di questa finale scudetto ha un nome improvviso: Julyan Stone. Dopo una gara anonima, costellata da 20' e 0/3 al tiro, l'esterno USA piazza la tripla del +3 quando si entra nell'ultimo minuto e spacca la partita

Il primo atto di questa finale scudetto ha un nome improvviso: Julyan Stone. Dopo una gara anonima, costellata da 20′ e 0/3 al tiro, l’esterno USA piazza la tripla del +3 quando si entra nell’ultimo minuto e spacca la partita.

Il Banco di Sardegna Sassari vive 25′ in striscia con le uscite dell’era Pozzecco, ma nel momento chiave Bruno Cerella firma una tripla, due recuperi propiziati e un assist che permettono agli uomini di De Raffaele di mettere il naso decisamente avanti, prima della difesa decisiva su Thomas. Nel mezzo, la giocata di Stone.

72-70 il finale.

[pb-game id=”416771″]

4° QUARTO

Avvio lento di ultimo quarto con dominio delle difese, e una tripla di Haynes che risponde all’ennesimo tentativo di fuga sassarese (60-60 a 5.46). Si entra negli ultimi 4.30 con la tripla di Cerella del nuovo 63-63, con l’argentino che firma anche un recupero chiave in difesa. Cooley firma dalla lunetta un sanguinoso 0/2 a 3.30 in una lotta senza quartiere con Watt, che con un 2/4 complessivo dice 65-63 a 3.23. Ancora Cerella offre il blitz di una nuova persa sassarese, e Haynes su uno scarico dell’argentino piazza il 68-63 a 2.45. Stefano Gentile risponde subito con una tripla che è il primo canestro dal campo della sua gara (68-66) e poco dopo impatta a 1.53. E’ volata. Cerella manca la tripla a 90”, Pierre si prende fallo di Bramos e va in lunetta: 0/2 pesante. Ed ecco la tripla di Julyan Stone per il 71-68. Stone manca la tripla della staffa, dopo il 2/2 dalla lunetta Thomas manca un appoggio da sotto a 4” e Venezia se ne va. Haynes fa 1/2, Sassari ha comunque un ultimo possesso per vincere a 2”: la preghiera di Spissu non viene accolta.

3° QUARTO

Altalena di emozioni in un quarto che passa per il massimo vantaggio, a 6.04, degli ospiti (34-47), ma che si chiude con il rientro poderoso dei padroni di casa, capaci di avere il sorpasso sulla sirena con una tripla di Austin Daye . Splendida la prestazione dell’ala USA, 8 punti, mentre sono 12 per Watt in una Venezia da 4/20 da 3. Sassari che arriva a 9 palle perse opposta alla zona di De Raffaele, e non capitalizza le doppie cifre di Cooley, Thomas e McGee. 54-52 a fine terzo quarto.

2° QUARTO

Eccellente secondo quarto della Dinamo Sassari che chiude ogni spazio a Venezia concedendo solo 11 punti. 29-37 a fine primo quarto, con un Cooley da 8 punti e 5 rimbalzi. 11 per McGee, Venezia che crolla nelle percentuali a 8/20 da 2 e 2/14 da 3, con 5 palle perse nel solo secondo quarto. 8 per Watt con un solo rimbalzo, 7 per Tonut.

1° QUARTO

Primo quarto che si chiude sul 18-14 per la squadra di Walter De Raffaele, che dopo il 2-6 iniziale tocca anche il 15-9 di massimo vantaggio. 5 punti per Bramos e Tonut, mentre Sassari ha 3/10 da 2 e 2/5 da 3 con 5 di McGee e Carter.

Commenta