LBA Serie A, il punto di Sportando | Power Rankings del mese di dicembre

LBA Serie A, il punto di Sportando | Power Rankings del mese di dicembre

Nel nostro Power Rankings Update si congelano le posizioni in vetta, ma dietro…

Torna il Punto di Sportando su LBA Serie A, questa volta con il Power Rankings di Sportando Update. Partendo dalla graduatoria estiva, arriviamo alle nuove indicazioni del mese di dicembre.

Tra parentesi il piazzamento nell’update di novembre.

Power Rankings Update Dicembre

17 (17) – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO (record 0-15)

Il cambio in panchina non ha cambiato la marcia, così come il mercato, dove si iniziano a registrare anche uscite.

16 (14) – PALLACANESTRO TRIESTE (record 4-11)

Il successo sulla Fortitudo Bologna ha cambiato il momento e gli umori dopo la crisi terribile che aveva portato al quasi avvicendamento Dalmasson-Repesa. Per ora, una rondine non fa primavera.

15 (16) – ORIORA PISTOIA (record 5-10)

Alti e bassi, ma ad oggi sul fondo classifica la squadra di Michele Carrea ha più certezze rispetto a Trieste e Pesaro, oltre che attimi più alti.

14 (14) – DE’LONGHI TREVISO (record 6-9)

Un mese da dimenticare con un solo successo in cinque gare. La neopromossa vive i suoi inevitabili alti e bassi.

13 (12) – VIRTUS ROMA (record 7-9)

Record negativo in un mese di dicembre che ha probabilmente compromesso le velleità playoff. Dyson e Jefferson restano le certezze, a prescindere dalle scelte di mercato.

12 (15) – ACQUA S. BERNARDO CANTU’(record 7-8)

Salto di qualità non da poco dopo i problemi di novembre, l’arrivo di Joe Ragland ha per ora cambiato soprattutto Wes Clark. E quando anche l’ex Avellino inizierà a colpire con continuità?

11 (11) – OPENJOBMETIS VARESE (record 7-8)

Resta l’altalenanza tra casa e trasferta, e un certo malumore dentro gli spogliatoi. Il ko con Trento ha fatto male.

10 (10) – DOLOMITI ENERGIA TRENTO (record 7-8)

Il passaggio del turno in EuroCup è qualità, così come la vittoria di Varese. Solito avvio di un girone di ritorno da urlo?

9 (7) – GRISSIN BON REGGIO EMILIA (record 7-8)

Le quattro sconfitte del mese di dicembre confermano i dubbi di qualità complessiva del roster. Pesante il -15 di Brindisi.

8 (8) – FORTITUDO POMPEA BOLOGNA (record 8-7)

Il ko con la Virtus nel derby ha minato tutte le certezze a livello mentale. Il ko con Trieste resta per questo inquietante.

7 (9) – VANOLI CREMONA (record 8-7)

Prosegue l’ascesa di una squadra rivoluzionata dall’arrivo di Ethan Happ. I problemi fisici di Diener e Matthews restano ormai gli unici freni di una squadra da playoff.

6 (6) – HAPPY CASA BRINDISI (record 9-6)

I ko con Virtus e Fortitudo, poi le belle affermazioni su Reggio e Treviso. Squadra da alta classifica quella di Vitucci, e l’inserimento di Sutton crea una super mina vagante per le Final Eight.

5 (5) – UMANA REYER VENEZIA (record 8-7)

Record faticosamente riportato in positivo dopo il primo successo esterno. Ora Andrew Goudelock, o chi per lui, per cercare di raggiungere le tre grandi in vetta.

4 (4) – GERMANI BRESCIA (record 10-5)

Passo sicuro per una squadra alle Top 16 di EuroCup e con un’aggiunta di mercato ancora da fare, visto il rendimento di Angelo Warner. La sensazione è che la parabola sia ancora in ascesa.

3 (3) – BANCO DI SARDEGNA SASSARI (record 12-3)

Si parla di Virtus e Olimpia, ma la squadra di Gianmarco Pozzecco continua a mietere successi. Dietro a Milano solo per il responso dello scontro diretto.

2 (2) – AX ARMANI EXCHANGE MILANO (record 6-4)

Il ko con la Virtus Bologna ha ribadito le gerarchie. Con Keifer Sykes per trovare l’antidoto alla squadra di Djordjevic. Intanto, tra Messina e Djordjevic, si respirano le epiche battaglie verbali Peterson-Bianchini.

1 (1) – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA (record 13-2)

Davanti a tutti, nonostante i ko con Sassari e Cremona. Derby e Olimpia hanno confermato i risultati di questo avvio di stagione.

Commenta