LBA Serie A, il Punto di Sportando | La pallacanestro ai tempi del Coronavirus

LBA Serie A, il Punto di Sportando | La pallacanestro ai tempi del Coronavirus

Torna il Punto di Sportando. Parliamo di FIP vs EuroLeague, Varese vs LBA e del senso di responsabilità

Torna il Punto di Sportando. In questi giorni molto delicati, soprattutto a livello comunicativo, siamo rimasti in silenzio. Ma la comunicazione merita un commento.

FIP vs EuroLeague

Gianni Petrucci/1: «E ora abbiamo un problema serissimo con la Virtus che deve giocare in Turchia mercoledì, e si trova di fronte al blocco del traffico. L’EuroLeague ha risposto presuntuosamente che non è un problema che li riguarda. Ho parlato stamattina con Baraldi, e mi ha detto che gli hanno risposto “se non vi presentate partita persa».

Gianni Petrucci/2: «Il Presidente federale domanda quale responsabilità possa essere posta in capo al club italiano e chiede con forza a tutti i soggetti coinvolti di adottare qualsiasi provvedimento atto a salvaguardare i valori fondanti del basket, dello sport e della civile convivenza».

Luca Baraldi: «Ringrazio il nostro d.g. Paolo Ronci per il grande lavoro di tessitura e il dottor Petrucci che con energia, determinazione e grande senso di responsabilità verso tutto il movimento ha difeso l’istanza della Virtus».

Comunicato di EuroLeague: «Le citazioni di Gianni Petrucci, presidente della FIP, pubblicate su diversi media non hanno alcun fondamento in quanto la FIP non ha giocato alcun ruolo in questa situazione».

Osservazione: Quando mai Gianni Petrucci ha detto di aver contattato EuroLeague? L’accusa, pesante, cui EuroLeague doveva rispondere è in merito alla minaccia di “partita persa”. EuroLeague non ha affrontato la questione.

La vittoria politica della FIP è totale, perchè c’è un club che ringrazia Petrucci e non la Lega europea di appartenenza, ed EuroLeague nicchia sulle accuse. Intanto, siamo arrivati a mercoledì mattina per avere certezze su Belgrado.

Varese e Legabasket

Comunicato LBA del 2 marzo: «Per senso di responsabilità in un momento difficile per il paese e concordando con le indicazioni della Federazione Italiana Pallacanestro i club della Serie A si rendono disponibili a scendere in campo per disputare il turno valido per la settima giornata di ritorno».

Il GM di Varese Andrea Conti oggi su La Gazzetta dello Sport: «Sì, vorremmo rinviare il derby. Le porte chiuse ci procurano un danno economico e poi una partita così importante la vorremmo giocare davanti ai nostri tifosi. Mi aspetto che la Lega Basket ora prenda una posizione nell’interesse di tutti i club coinvolti».

Conclusione: Legabasket ha già preso posizione, dicendo che si gioca a porte chiuse. Oltretutto, i club non dovevano essere concordi per senso di responsabilità?

Il Comitato Scientifico

Le società parlano di senso di responsabilità, come detto, ma intanto cercando di spostare le gare di domenica di 24 ore per avere pubblico.

Carte bollate e dichiarazioni dei giornali, ma intanto il Comitato Scientifico si è espresso: 30 giorni di stop. Forse è arrivato il momento di non promettere ed essere esempio, il Paese lo richiede.

Commenta