Pierre e Gentile scavano il solco, Sassari passeggia su una Varese inguardabile

Pierre e Gentile scavano il solco, Sassari passeggia su una Varese inguardabile

La squadra di Gianmarco Pozzecco espugna Masnago scavando il solco nel secondo periodo

Dando una spallata netta nel secondo periodo, il Banco di Sardegna Sassari espugna Masnago (52-74) e parte così con il piede giusto in campionato. Battuta una Openjobmetis Varese lontanissima parente rispetto alle squadre potenzialmente da playoff degli ultimi anni. E pur dopo soli quaranta minuti stagionali, i tifosi biancorossi iniziano a chiedersi se questa sia la vera forza della squadra di Attilio Caja.

 

La Dinamo, dal canto suo, vince senza pigiare troppo il piede sull’acceleratore. Lo fa nel secondo periodo per scavare il solco, grazie alle triple di Dyshawn Pierre (doppia cifra all’intervallo, 18+8+6 alla sirena finale), Stefano Gentile e Michele Vitali che permettono alla squadra di Gianmarco Pozzecco (come al solito acclamatissimo) di portarsi sul +16 (24-40) all’intervallo.

 

Varese, invece, è smarrita. All’intervallo non ha nessun canestro dal campo da parte di Jeremy Simmons e Josh Mayo con l’attacco dei padroni di casa che poggia tutto sulle iniziative di Matteo Tambone e Slim-Sanders Vene (quest’ultimo unico in doppia cifra insieme a capitan Ferrero). Poche iniziative per una squadra apparsa, in questa prima uscita, con grinta sì ma con poca qualità e testarda nel tiro da tre (7/39, 18%). Sassari ringrazia e senza strafare trova la prima vittoria.

 

[pb-game id=”420140″]

Commenta