Meno proclami, più sostanza: la Germani Brescia torna a sorridere in overtime con Vitali

Meno proclami, più sostanza: la Germani Brescia torna a sorridere in overtime con Vitali

La Happy Casa Brindisi, priva di Banks, si arrende solo dopo un supplementare. Luca Vitali trascinatore nel finale

Dopo tante promesse, la Germani Brescia torna finalmente a sorridere davanti al suo pubblico. La squadra di Andrea Diana batte all’overtime la Happy Casa Brindisi, al secondo ko nelle ultime tre gare dopo una serie di cinque vittorie in fila.

Non certo un passo falso “colpevole” per gli uomini di Frank Vitucci, privi del leader Adrian Banks ma tenuti in partita dai soliti Moraschini, Brown e Chappell senza dimenticare il rientro di Clark.

Due squadre che faticano a segnare nei minuti finali, Moraschini e Cunningham mancano la tripla della vittoria, poi all’overtime il 10-1 in 3’ della squadra di casa chiude i conti. Protagonista assoluto Luca Vitali, 14 punti e 5 assist. 97-80 il finale.

I TOP E I FLOP DI SPORTANDO

Top Luca Vitali ( Germani Brescia ) – 3 punti all’intervallo, 14 dopo l’overtime in cui è assoluto protagonista.

Flop Jeremy Chappell ( Happy Casa Brindisi ) – Trascinante nel terzo quarto della riscossa, nervoso nel finale. E litiga con il ferro: 5/15 al tiro.

[pb-game id=”399167″]

OVERTIME

Luca Vitali piazza la tripla dell’80-77 con 4’ da giocare. I padroni di casa rimettono il naso in avanti dopo aver segnato due punti negli ultimi 4’ di gara, e Hamilton appoggia il +5 che può spaccare la gara a 3.35 (82-77). Brindisi ha le polveri bagnate e le armate stanche, Abass appoggia l’84-77 che ha il sapore del saluto a 2.44.

4° QUARTO

E’ un punto a punto costante, che arriva agli ultimi 3’ sul 75-75, con due squadre che litigano con il ferro, 7/26 per i padroni di casa e 10/25 per gli ospiti da fuori. Non si segna più per 2’, poi Chappell trova il taglia-fuori di Brown su Vitali per il sorpasso sul 75-77 (evidente anche un fallo del play di casa). Con 2’’ sulla rimessa, Moss trova Vitali per il 77-77 con 43’’ da giocare, Moraschini manca la tripla, a 18’’ palla della vittoria nelle mani di Hamilton. Anche Cunningham non trova il canestro frontale, è overtime.

3° QUARTO

La Happy Casa Brindisi riprende il filo del discorso dopo 10’ di smarrimento, e non a caso è Jeremy Chappell a fare da caposaldo con 8 punti. Moraschini e Brown scavano il +3, ma sulla sirena Bervely fissa il 65-66 di fine terzo quarto. Brescia ha 7/24 penalizzante da 3, 2/8 per Hamilton e 1/5 per Cunningham, Brindisi ne ha 13 da Chappell e Moraschini.

1° TEMPO

Padroni di casa che recuperano Brian Sacchetti a differenza delle voci della vigilia, ma che faticano ad entrare nel match. A differenza che con Trento, manca aggressività alla palla a due, e gli ospiti segnano 29 punti con un Wes Clark già carico in regia, e un Riccardo Moraschini da 8 punti. Nel secondo quarto, Andrea Diana ottiene pressione e concentrazione, e il parziale è un 24-10 che parte ovviamente dalla difesa. 46-39 a fine primo tempo, con 15 punti di Jared Cunningham e 9 di Awudu Abass . Per Brindisi sono 6 di Clark e Gaffney.

Commenta