L’esordio di Boniciolli è bello e fortunato, la Fiat Torino la perde due volte

L’esordio di Boniciolli è bello e fortunato, la Fiat Torino la perde due volte

Successo all'overtime per la VL Torino nello scontro salvezza con la squadra di Paolo Galbiati

Fondamentale successo per la VL Pesaro nello scontro salvezza con la Fiat Torino di Paolo Galbiati. Nell’anticipo di mezzogiorno della quindicesima giornata l’esordio di Matteo Boniciolli è emozionante, vero nell’approccio, fortunato nella tripla di Dominic Artis che permette l’overtime sulla sirena, tutto cuore nel parziale di 10-2 del supplementare che vale lo scatto decisivo.

Sfortunata una buona Fiat Torino, che ritrova un Jamil Wilson sostanzioso su entrambi i lati del campo, ma non riesce ad uccidere una partita che più volte gli passa tra le mani, soprattutto nel quarto quarto e nell’avvio di overtime. Quarto ko in fila per i piemontesi, si chiude la striscia di 6 ko in fila per i padroni di casa. 102-98 il finale.

[pb-game id=”399111″]

1° QUARTO

Boniciolli presenta per la prima volta in quintetto Simone Zanotti per Lamond Murray, completando il tutto con McCree, Artis, Blackmon e Mockevicius. Torino risponde con Moore, Hobson, Wilson, Carr e McAdoo. Proprio Dallas Moore apre la sua gara con 10 punti e 4/ dal campo, con Boniciolli costretto a chiamare timeout a 6.46 sul 6-11. McCree è l’anima della ripartenza dei padroni di casa, 14 punti per lui e massimo vantaggio sul 21-17 a 2.50. Con Peppe Poeta in regia, e Marco Cusin sotto canestro (4 punti per lui), è 26-26 a fine primo quarto.

2° QUARTO

La Fiat Torino non varia la ricetta offensiva, ma quella difensiva sì, e prende il comando delle operazioni sino al 41-49 di fine primo tempo. La VL è tutta nei 15 punti di Blackmon e nei 20 di McCree, ma calano le percentuali al tiro, mentre gli ospiti bombardano sempre con Dallas Moore (altri 8 punti, 18 per lui con 7/10 dal campo), e trovano per strada anche i 9 con 4 rimbalzi di Jamil Wilson. Fondamentale la regia di Peppe Poeta, 3 assist e 4 falli subiti. 8/12 il dato da 3 degli uomini di Paolo Galbiati.

3° QUARTO

McCree e Artis aprono con un parziale di 8-0 che garantisce il 49-49 con 8.24 da giocare. Peppe Poeta è l’iniezione di un doppio parziale, 0-5 a 4.06, e soprattutto 0-9 a 58’’, che garantisce il 58-67 di massimo vantaggio per gli uomini di Paolo Galbiati. Ma il finale è drammatico per la Fiat: 7 punti in fila di Blackmon (con antisportivo di Cusin), e sulla sirena arriva il canestro del pari di Lamond Murray (primo dalla panchina per Boniciolli). 67-67 a fine terzo quarto.

4° QUARTO

Jamil Wilson è il «ministro della difesa» torinese come da aspettative, finalmente, ma Artis non si spaventa e con due triple a centro-quarto garantisce l’80-76 pesarese. E’ un finale veemente, come normale sia con una salvezza in ballo. Dallas Moore piazza la tripla dell’83-82 a 90’’, e Jamil Wilson piazza il jumper del sorpasso con 41’’ sul cronometro, e il possesso successivo dei padroni di casa non va oltre la scadenza dei 24’’. E’ una condanna, perchè la VL deve spendere ancora tre falli per arrivare in bonus, e Wilson si presenta in lunetta con 10’’ da giocare. 2/2, ma Dominic Artis trova una tripla pazzesca a 4’’ mandando la gara all’overtime.

OVERTIME
Dallas Moore e Jamil Wilson paiono ristabilire le distanze, ma sul 89-93 con 3.45 da giocare è solo Pesaro. 10-2 il parziale che a 1’, con le triple di Blackom e Artis, vale il 100-95 di massimo vantaggio. La guardia spende fallo su Jamil Wilson dall’arco a 20’’, 2/3 e rimessa ancora a favore dei piemontesi a 19’’. Carr manca la tripla, Blackmon la congela dalla lunetta.

Commenta