Reggio, la crisi continua: Avellino domina e vince 91-59

Reggio, la crisi continua: Avellino domina e vince 91-59

Sykes e soci annientano la resistenza di una brutta Grissin Bon

Avellino piazza il bis in campionato infliggendo l’ottava sconfitta di fila a Reggio Emilia, che si arrende al Del Mauro col punteggio di 91-59. Dopo un primo quarto equilibrato, la Sidigas ha messo la freccia nel secondo periodo, chiuso sul +12 (43-31), per poi dilagare al rientro dall’intervallo lungo. Niente da fare per una Grissin Bon con troppi bassi e pochissimi alti su entrambi i lati del campo. Avellino raggiunge Cremona a quota 28 punti in classifica, al terzo posto, guidata da un Sykes in gran serata da 29 punti e 6 assist. Si fa, invece, sempre più profonda la crisi per Reggio Emilia che, anche per le assenze di Aguilar e Richard, ha lasciato a desiderare in troppi aspetti del gioco. Grissin Bon che rimane a quota 10 punti in classifica, in fondo alla classifica in compagnia di Pistoia.

Cronaca. Diverse le assenze da una parte e dall’altra, con Avellino che deve rinunciare a Filloy e Nichols, mentre la Grissin Bon non può contare su Aguilar e Richard. L’inizio del match è di marca irpina, con Green e Harper che al 3′ firmano il 9-2 Sidigas. Reggio Emilia prova ad affidarsi ad un vivace Gaspardo, che quasi da solo tiene a contatto i biancorossi, con sei punti nei primi 6′ (14-1o). Avellino si raffredda in attacco e Ortner con 2’56” sul cronometro del primo quarto firma il primo vantaggio Grissin Bon sul 14-15. Si accende però Harper per i padroni di casa che, in coppia con Sykes, permette ai padroni di casa di entrare nel secondo periodo avanti sul 24-17. Cervi firma quattro punti di fila che non consentono alla Sidigas di scappare, nonostante i canestri di Silins e Udanoh (31-25 al 15′). Gli ospiti perdono Candi per una botta al polso; ci pensano però Mussini e Dixon a riportare Reggio Emilia sul -3 (34-31 al 17′), ma il ritorno sul parquet di Sykes e Green regala nuova linfa ad Avellino che tocca il massimo vantaggio sul +12 e va all’intervallo lungo sul 43-31.

Al rientro dagli spogliatoi, il copione in campo non sembra cambiare. Al 21′ è 47-31 Sidigas. Dixon prova a caricarsi i suoi sulle spalle, ma Sykes gli risponde colpo su colpo. Reggio pasticcia in attacco e al 24′ è +18 Avellino (53-35). Pillastrini prova a fermare tutto con un time-out, ma la Grissin Bon annaspa e concede troppo ad una Sidigas che con Green e Harper vola sul +21 (61-39) con 3’33” sul cronometro del terzo quarto. Allen e Gaspardo provano a limitare il gap, ma due liberi di un Sykes ispiratissimo chiude il terzo periodo sul 72-46. Gli ultimi dieci minuti del match non hanno storia e servono soltanto ad aggiustare le cifre personali. Avellino batte Reggio Emilia 91-59.

 

[pb-game id=”399166″]

Commenta