LBA Playoffs, quarti di finale: il Banco si porta 2-0, a Brindisi non bastano Banks e Moraschini

LBA Playoffs, quarti di finale: il Banco si porta 2-0, a Brindisi non bastano Banks e Moraschini

Sassari porta ben sette giocatori in doppia cifra e vince 106-97

Alle 20.45 palla a due della seconda sfida tra Banco di Sardegna Sassari e Happy Casa Brindisi.


Sassari avanti 1-0 nella serie.

Quintetti

Dinamo Sassari. Smith, Carter, Pierre, Thomas e Cooley.

NB Brindisi. Banks, Brown, Gaffney, Moraschini e Chappell.

I QUARTO. Dinamo Sassari 25 – NB Brindisi 26

È una Brindisi agguerrita e determinata quella che scende in campo in gara2 dei quarti di finale: gli uomini di coach Vitucci partono con energia e agonismo e piazzano un break di 9 lunghezze. Apre le danze Chappell, lo segue Brown: la coppia pugliese mette scrive il 9-0. Cooley sblocca i padroni di casa, la difesa della New Basket è asfissiante e il Banco fa fatica a trovare il canestro. Controbreak isolano di 12-0: Pierre, Smith e Carter trascinano Sassari avanti. Bomba di Carter, layup di Pierre ed è 12-9: coach Vitucci chiama minuto. I suoi escono bene dal timeout e siglano parità e sorpasso con 5 punti di Banks. Sassari trova ossigeno con Thomas, due triple di Moraschini scavano il break: anche Banks punisce dall’arco e scrive il +7 pugliese. Carter infila l’ottavo punto personale a cronometro fermo e il secondo fallo sanzionato a Brown costringe il centro dell’Happy casa in panchina. La tripla di Spissu riporta i sardi a -1, 2+1 di Moraschini. Una magia allo scadere di Spissu da distanza siderale chiude la prima frazione 25-26.

II QUARTO. Dinamo Sassari 49 – NB Brindisi 47

Achille Polonara si iscrive a referto in avvio di secondo quarto firmando un mini break di 4 lunghezze che dice sorpasso sassarese. Thomas allunga il parziale, Gaffney ci mette una pezza ma Polonara prima si accende dall’arco poi stoppa Rush. Brindisi però non si perde d’animo: Banks sale in cattedra e con tre triple di puro talento tiene i suoi a -2. L’ex Avellino e Varese firma la parità dalla lunetta e si porta a quota 20 punti. Danza di sorpasso e controsorpasso: botta e risposta tra Gentile e Chappell. Cooley infila il layup del +2, contropiede di Brown che appoggia al ferro. Duello aperto sotto le plance: Polonara e Carter fanno 2/4 in lunetta per il +3 isolano. Brown mette 1/ 2 dalla linea di carità e alla seconda sirena il tabellone dice 49-47.

III QUARTO. Dinamo Sassari 74- NB Brindisi 70

In avvio di secondo tempo è ancora Brindisi a partire forte e portarsi avanti mentre i padroni di casa incespicano per quasi 3’. A sbloccare il Banco è Smith dall’arco, Moraschini mette a segno un gioco da 4 punti e sigla il controsorpasso. Thomas si carica Sassari sulle spalle e infila 6 punti che danno respiro ai padroni di casa. Zanelli e Brown tengono l’Happy casa a contatto, tripla di Smith per il +4. Brown e Zanelli accorciano fino a -1, Sassari risponde con tripla di Pierre e appoggio al ferro su rimbalzo in attacco di Thomas. Timeout Brindisi sul 67-61. Contropiede di Polonara che infila la bimane del +9: Chappell risponde dalla media. L’ex Cantù conduce i suoi, ma la tripla di Spissu fa esplodere il PalaSerradimigni. Greeene, ultimo arrivato in casa Brindisi, si iscrive a referto e accorcia insieme a Brown. Al 30’+ 74-70.

IV QUARTO. Dinamo Sassari 106 – NB Brindisi 97

Nei primi minuti dell’ultima frazione Chappell trascina l’Happy Casa: l’ex Cantù firma un 5-0 in solitaria. Banks chiude la rimonta e firma il sorpasso. La reazione dei padroni di casa è affidata alle prestazioni balistiche di Spissu e Polonara. 2+1 di Brown per il 79 pari, Gentile fino in fondo attacca il ferro e firma 4 punti di fila fondamentali. Ma Brindisi resta a contatto con Rush dai 6,75. Cooley firma un 4-0 e restituisce un possesso pieno al Banco di vantaggio: ancora Rush a tenere viva Brindisi. Dyshawn Pierre bombarda dalla lunga distanza e il Palazzetto esplode. Coach Vitucci chiama minuto sul 96-87 con 3’27’’da giocare. Canestro and one di Banks, gita in lunetta di Pierre che scrive il +7. Fallo in attacco sanzionato a Brown, persa sanguinosa di Sassari che lascia spazio a Moraschini, un cecchino dai 6.75. Gentile risponde con la stessa moneta, Gaffney trova un canestro rocambolesco che tiene i pugliesi a -7. Non sbaglia Polonara a cronometro fermo quando inizia l’ultimo giro di cronometro. Il quarto fallo di Brown manda Spissu in lunetta: il play sassarese non trema. Il Banco si porta avanti 2-0 nella serie al termine di una vera battaglia: appuntamento con Gara3 mercoledì al PalaPentassuglia.

 

Commenta