Lampi di classe di Happ, la Vanoli supera la Fortitudo 80-73

Lampi di classe di Happ, la Vanoli supera la Fortitudo 80-73

La Fortitudo subìsce in area nel primo tempo, non bastano le buone prestazioni di Sims, Fantinelli e Aradori

Vanoli Cremona – Pompea Fortitudo Bologna: 80-73

CREMONA – La vince nel primo tempo, la Vanoli: approccio determinato di tutta la squadra, a cui, dalla seconda parte del primo quarto, si è aggiunto il nuovo arrivato Happ. Malgrado il malessere notturno che ha rischiato di provocare lo slittamento del suo debutto, il lungo americano ha messo in mostra giocate di classe che hanno conferito il salto di qualità ad una Vanoli priva del suo faro, Travis Diener.

L’assenza del playmaker titolare è stata ben ammortizzata da un Ruzzier, protagonista del canestro della staffa ad un paio di minuti dalla fine, ma anche dai minuti giocati da Sanguinetti.

La Fortitudo ha reagito nella ripresa, aumentando quell’intensità nel gioco interno costata lo svantaggio nella prima frazione. Sims ed Aradori trascinatori di un gruppo cresciuto nella ripresa e che, grazie ad una difesa 2/3 ben fatta, a 5 minuti dalla fine è riuscita a portarsi a sole sei lunghezze di svantaggio, prima di capitolare per mezzo della tripla decisiva di Ruzzier.

 

1° QUARTO

Avvio particolarmente determinato della Vanoli: 12-8 al 5’, 8-3 a rimbalzo.

Reazione Fortitudo che si riappropria dell’area; trascinata da Aradori, perviene al pareggio al 7’, e si porta in vantaggio all’8’: 17-19.

Happ in post basso, e Sanguinetti dall’arco, ripristinano il vantaggio Vanoli: 22-19.

Sulla prima sirena, la percussione di Stojanovic conclusa in sottomano fissa il parziale del 10’:

24-19.

2° QUARTO

Ancora Happ e Stojanovic: 29-20 al 12’.

Segna solo Sims, ma coach Martino rinuncia al centro di ruolo. La scelta non produce i risultati auspicati. Time-out.

Al 15’, massimo vantaggio Vanoli: 35-22.

Lasso di venti secondi: Leunen e Aradori dall’arco, 35-28.

Coach Martino reinserisce il centro, Daniel: impatto negativo, soffre Happ (8 punti e 3 rimbalzi in nove minuti di impiego per il debuttante giovane centro americano).

Ci pensa Robertson dall’arco a mantenere la Fortitudo attaccata alla partita: 46-38 al 18’.

La difesa ospite torna a concedere troppo a rimbalzo: 46-36 per mano di Akele. Time-out di un coach Martino visibilmente contrariato.

Akele e Fantinelli definiscono il parziale che accompagna le due formazioni all’intervallo: 48-38.

Percentuali di realizzazione pressapoco equivalenti tra le due squadre, ma a determinare la differenza di dieci punti risulta la decina di possessi in più giocati dalla Vanoli, in funzione della superiorità a rimbalzo e delle numerose palle perse dagli ospiti.

3° QUARTO

Sims prende per mano i suoi in avvio di ripresa; ma fanno altrettanto Akele e Happ sul lato opposto del campo. 58-45 al 24’.

Segna Leunen, perso da Akele: Coach Sacchetti non gradisce e richiama tutti a bordo campo.

Zona 2/3 disposta da coach Martino; la Vanoli non segna più, e la Fortitudo si riporta sotto. 60-54 al 27’. 14 ciascuno per Aradori e Sims.

Due triple di Mathews riconferiscono fiato alla Vanoli: 67-60 al 30’.

4° QUARTO

La gara si mantiene sui 6 punti di distacco fino alla schiacciata di Happ del 35’: 71-62 e time-out Martino. Segna anche Akele: 73-62.

Parziale 0-7 Fantinelli/Aradori: 73-69 al 37’. Time-out Sacchetti.

Quinto fallo di Leunen. Happ per il 75-69.

Quinti fallo di Stojanovic. 75/71, Robertson. Inizia il 38’.

Tripla di Ruzzier: 78-71.

Quinto fallo di Ruzzier. Sims dalla lunetta sigla il 78-73.

Fallo di sfondamento sanzionato ad Aradori: ha inizio l’ultimo minuto.

Happ in appoggio: 80-73. Time-out Martino; 38’’all’ultima sirena.

80-73 si conferma il punteggio finale.

 

Italy - LBA Serie A 2019-2020 - 10 Novembre 2019, 19:00
Vanoli Cremona 80 73 Fortitudo Bologna
Vai al boxscore

Commenta