Treviso nel segno di Fotu, Logan e Nikolic: Brescia ennesima vittima del PalaVerde

Treviso nel segno di Fotu, Logan e Nikolic: Brescia ennesima vittima del PalaVerde

72-68 il finale

Si conferma super in casa la De’ Longhi Treviso, che respinga la Leonessa Brescia di Vincenzo Esposito, rinvigorita dagli ultimi successi in LBA ed EuroCup.

Tre gli ingredienti della squadra di Max Menetti: il primo tempo di Isaac Fotu da 18 punti, le triple di David Logan dall’arco, le giocate pazzesche nel finale di Nikolic. Brescia litiga a lungo da 3, nel finale ha la palla del pareggio ma la spreca a 17’’.

72-68 il finale.

[pb-game id=”420205″]

1° QUARTO

20-14 a fine primo quarto per i padroni di casa con 11 punti e 3 rimbalzi di Fotu. Brescia che parte 2-6 poi si perde, anche per lo 0/2 da 3, che stona per la miglior squadra dall’arco della Serie A. 4 di Abass.

2° QUARTO

E’ dominio Treviso, che tocca il massimo vantaggio sul 31-22 a 4’, e Fotu che piazza 18 dei punti di squadra con 8/9 al tiro. Superiorità inattesa contro i lunghi di Brescia, ma la Germani non punge soprattutto da 3, con la prima tripla che arriva a 2.09 grazie ad Horton. 1/6 il dato di squadra, 38-29 a fine primo tempo. Per Brescia 11 di Horton con 5 rimbalzi.

3° QUARTO

Horton apre con un tiro da tre punti, come a dare un segnale che i passi in avanti di fine primo tempo non sono un caso, ma Treviso non perde mai il controllo mentale del match. Laquintana mette due triple, questo nello show di David Logan, che trova il filo dall’arco e piazza le bombe del 49-41 e del 52-43. E alla fine, ecco il colpo di chi taceva da troppi minuti: Isaac Fotu da 3 costringe Esposito al timeout sul 54-45 quando si entra nell’ultimo minuto. 54-47 alla penultima sirena.

4° QUARTO

Ancora e sempre Horton il polmone della rimonta Brescia, che a 7-19 si trova sul 54-52, prima che Nikolic piazza la tripla con fallo a 6’34’’ per il 58-52. E sono altre due giocate dell’esterno di Menetti a tenere avanti i padroni di casa di Max Menetti. Lansdowne mette una bomba fondamentale per il 70-68 a 43’’. Una palla persa a 17’’ è condanna per Esposito, perchè Logan non trema dalla lunetta.

Commenta