Mayo e Peak infiammano Varese: batosta durissima per Brindisi

Mayo e Peak infiammano Varese: batosta durissima per Brindisi

La Happy Casa Brindisi crolla al cospetto di una straordinaria Openjobmetis che tocca anche il +30

Una Openjobmetis Varese meravigliosa maltratta la Happy Casa Brindisi e ottiene il terzo successo nelle ultime quattro gare. Una vera mattanza alla Enerxenia Arena per la squadra di Attilio Caja, sempre al comando, prima chirurgica con un Josh Mayo da 17 punti nel solo primo tempo, quindi dilagante fino al +30 del quarto quarto. 102-78 il finale, prima firma ovviamente il numero 14 e un LJ Peak finalmente convincente.

[pb-game id=”420176″]

Una vera lezione per gli uomini del grande ex Frank Vitucci. Inattesa, nelle dimensioni certamente, fors’anche nel solo risultato, e che va oltre la sassaiola dall’arco dei padroni di casa (14/31 con 4 errori nel finale) o la pressione difensiva che comporta 16 palle perse alla sirena.

Brindisi, certamente ancora poco avvezza al doppio impegno settimanale, è a Varese una squadra senza forze, senza lucidità, senza alternative reali alla coppia Banks-Stones se viene meno Brown, con un Deon Thompson che ancora fatica ad essere reale alternativa da cavalcare in opzione al trio predetto.

Viene così meno la partenza da urlo di questo mese di ottobre, e la serie di quattro vittorie in fila con i pregevoli scalpi di Brescia e Milano.  A gara già decisa, pesa uno lungo stop per un problema al tabellone del Palasport di Masnago.

Commenta