Tony Carr è subito eroe e, sulla sirena, porta Cantù al trionfo su Brindisi 81-79

Tony Carr è subito eroe e, sulla sirena, porta Cantù al trionfo su Brindisi 81-79

Il nuovo arrivato decide il posticipo della 20esima giornata. Davis raccoglie 18 rimbalzi (8 offensivi) e Blakes guida Cantù per larghi tratti della gara. Inutili i 17 di Moraschini

DESIO- Il nuovo capitolo della storia della Pallacanestro Cantù si apre con la sfida contro l’Happy Casa Brindisi. Nel roster dell’Acqua S.Bernardo due nuovi interessanti innesti: Tony Carr e Tyler Stone.

Atteso il ritorno a Desio, seppur con una maglia diversa, dell’ex capitano Jeremy Chappell che desterà sentimenti contrastanti tra i tifosi di casa.

Palla a due ore 20:30.

Quintetti
Acqua S.Bernardo Cantù:
Gaines, Carr, La Torre, Davis, Jefferson.
Happy Casa Brindisi:
Banks, Moraschini, Chappell, Gaffney, Brown III.

I QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 22–21 Happy Casa Brindisi
Quintetto inedito per l’Acqua S.Bernardo che subisce, in avvio, il collaudato starting five brindisino, è 2-8 dopo 3 minuti. Cantù si avvicina grazie a Gaines e Davis e sorpassa gli ospiti con il 2+1 di Tony Carr. Il vero protagonista della prima frazione è Shaheed Davis che, in 8 minuti, raccimola 8 punti e 6 rimbalzi. La reazione di Brindisi è affidata a Brown III che non sbaglia dalla lunetta e fissa il punteggio sul 22-18.

 

II QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 44–44 Happy Casa Brindisi
Davis raggiunge la doppia-doppia in soli 10 minuti di utilizzo (il decimo rimbalzo è stato il sesto offensivo) ma Walker aggiusta la mira e riporta i suoi avanti di un punto.
L’Happy Casa punisce con continuità coi piedi oltre l’arco ma l’ottima produzione offensiva canturina permette ai padroni di casa di rimanere incollati al match.
Brown III firma un parziale di 0-4 ma Cantù risponde con la dinamicità delle sue guardie e con la concretezza di Jefferson che appoggia al vetro il 44-42. Il jumper dalla media di un ispirato Wojciechowski manda le squadre a riposo in parità.

 

III QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 66–61 Happy Casa Brindisi
La classica tripla in transizione di Frank Gaines accende l’entusiasmo del PalaDesio ma è pronta la risposta di Moraschini ad abbassare i decibel. Cantù continua a dominare a rimbalzo offensivo (11 tra Jefferson e Davis) ma non basta perché nell’altra metà campo Banks e Brown III banchettano per il 54-55. Blakes è croce e delizia mentre Davis, oggi, è la certezza: 66-61 a fine periodo.

 

IV QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 81–79 Happy Casa Brindisi
In un inizio di frazione non certo memorabile, Moraschini sblocca il punteggio completando un 2+1. Gaffney mette ordine nell’attacco brindisino ma Wojciechowski ha bagnato le polveri durante la pausa e Carr ne approfitta mettendo a segno un gioco da tre punti, è 73-69. Chappell torna a segnare e Brown III pareggia i conti saggiamente assistito da Banks.
Blakes e Jefferson realizzano per il +4 e nuovamente Chappell accorcia le distanze prima del timeout di Vitucci a 40 secondi dal temine. Gaffney sbaglia da sotto, Davis trema dalla lunetta ma Gaines getta il cuore oltre l’ostacolo e guadagna il possesso. Brown III non è da meno e si butta per recuperare il pallone che permetterà a Banks di impattare dalla media, è 79-79 a 12 secondi dalla fine. Tony Carr è subito eroe e realizza il canestro della vittoria lasciando 6 decimi sul cronometro che non bastano agli ospiti per ribaltarla nuovamente.

 

 

 

 

Commenta