Avellino torna al successo: Brescia va ko 79-67

Avellino torna al successo: Brescia va ko 79-67

La Sidigas batte una Germani dai due volti: irpini che devono fare i conti con gli infortuni di Young e Campani

Avellino torna al successo dopo sette ko di fila battendo al PalaDelMauro una Brescia dai due volti col punteggio di 79-67. Dopo un quarto di assoluto dominio Germani, capace di toccare il +12 al 14′ sul 22-34, gli uomini di coach Diana si sono sfaldati di fronte ad una Sidigas apparsa per diversi tratti di nuovo in palla e condotta dai 23 punti e 12 rimbalzi di Green. A dare un sapore amaro al successo degli irpini però sono gli infortuni occorsi a Campani e soprattutto Young, uscito dal campo nel finale per un problema al piede destro. Avellino sale a quota 24 punti in classifica, rimane invece a 16 Brescia.

Cronaca. Parte bene Brescia guidata da un Cunningham subito ispirato da oltre l’arco (5-8 dopo 3′). Avellino risponde con Sykes e Young, che firmano il 9-8 al 4′, mentre l’intensità in campo aumenta così come il numero di falli di entrambe le squadre; Cunningham e Beverly da una parte e Ortner dall’altra si ritrovano con due penalità a testa. Il punteggio continua però ad essere alto, con Moss che al 7′ chiude un gioco da tre punti per il 17-20 Leonessa. La Sidigas s’inceppa in attacco e i lombardi ne approfittano per allungare fino al 18-26 al termine del primo quarto. I padroni di casa provano a reagire con un 4-0 firmato da Ndiaye e Green (22-26), ma Brescia risponde presente e con Cunningham e Sacchetti riallunga in un amen fino al +12 (22-34) al 14′. Il tentativo di reazione della Sidigas è affidata ad Harper che con quattro punti di fila prova a far respirare i suoi (28-36); la difesa irpina sale d’intensità e una tripla di Sykes vale il -4 (33-37). Brescia perde la bussola e sul +2 (35-37) si becca un antisportivo (Vitali) e un tecnico per proteste che vale il quarto fallo di Cunningham. Avellino perde Campani, costretto ad uscire e portato in ospedale per un taglio profondo al viso, mentre si entra nell’ultimo minuto di un secondo quarto caotico sul 38-39. A chiudere il primo tempo sono Moss e Sykes che firmano il 40-41 sul quale le squadre vanno negli spogliatoi.

Al rientro dall’intervallo lungo l’inerzia è ancora dalla parte di Avellino. Un 4-0 griffato da Filloy e Sykes porta gli irpini sul 44-41, costringendo Diana al time-out al 22′. I suoi rispondono con quattro punti di Beverly e un appoggio di Zerini che valgono il nuovo sorpasso della Germani (46-47) al 25′. Le difese salgono di giri ma la Sidigas trova cinque punti di fila di Filloy per il nuovo +4 (53-49). La Leonessa fatica a trovare buoni tiri in attacco, con un Hamilton decisamente in serata no, e sotto i colpi di Green e Silins si ritrova sotto di 9 (58-49) a 1’39” dal termine del terzo periodo. Diana è costretto a spendere il suo secondo time-out per fermare tutto, ma le cose in campo non cambiano. Campogrande da oltre l’arco manda tutti all’ultimo periodo sul 61-49. Avellino commette tre falli nei primi quaranta secondi del quarto periodo e Cunningham ne approfitta per riportare la Germani sul -9 (61-52). Un appoggio di Green da una parte e una tripla di Sacchetti dall’altra valgono il 63-55 a 7’44” dal termine. Questa volta a chiamare time-out è Vucinic ma Cunningham si carica Brescia sulle spalle e di fatto riapre la contesa sul 65-61 al 34′. Green prova a far respirare la Sidigas, ma si arriva negli ultimi 3’30” sul 69-65, con Avellino che perde anche Young per infortunio. Sacchetti fallisce una tripla importante da oltre l’arco, lo stesso non fa Green che con sette punti di fila porta Avellino sul +9 (74-65) a 2’30” dal termine. Brescia alza definitivamente bandiera bianca sulla tripla di Sykes che a 1′ dalla fine chiude i giochi (77-67). Finisce 79-67 al Del Mauro.

 

[pb-game id=”399138″]

 

Commenta