Cantù approfitta di un’opaca prova offensiva di Varese e si aggiudica il derby 74-67

Cantù approfitta di un’opaca prova offensiva di Varese e si aggiudica il derby 74-67

Cantù ritrova il sorriso grazie all'ottima prestazione di Wilson, nel finale decisivi Collins e Young. Per Varese da segnalare gli ottimi primi venti minuti di Vene

DESIO- Per l’Acqua S.Bernardo Cantù è senza dubbio il momento più buio di questa stagione; sono infatti 4 le sconfitte filate dopo il discreto inizio di campionato. L’avversario di giornata è  una Openjobmetis Varese sicuramente più pronta ad affrontare lo storico derby lombardo. I padroni di casa sperano che i bianco-rossi confermino però il trend negativo lontano dalle mura amiche (1-4 il record in trasferta per gli ospiti). Occhi puntati nel pitturato dove Hayes, calato da 8,8 rpg nelle prime sette gare a 3,5 nelle ultime quattro, affronterà Jeremy Simmons, il miglior rimbalzista del campionato.

 

Palla a due ore 17:00

 

Quintetti

Acqua S.Bernardo Cantù: Clark, Young, Pecchia, Burnell, Hayes
Openjobmetis Varese:
Clark, Mayo, Peak, Simmons

 

I QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 14–14 Openjobmetis Varese

Apre le danze una tripla di Wes Clark, Pecchia conclude due volte al ferro e Caja è costretto a chiamare timeout dopo aver notato gli evidenti problemi offensivi dei suoi. Varese si affida ad un solido Vene che si fa notare in positivo in un quarto in cui si segna pochissimo (1/5 da tre per Cantù e già 5 perse per gli ospiti). Il canestro del pareggio allo scadere è di Matteo Tambone.

II QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 37–35 Openjobmetis Varese

Varese trova continuità dall’arco ad inizio frazione e prova un piccolo allungo approfittando dell’evidente nervosismo dei padroni di casa. Senza Simmons  però, Varese fatica clamorosamente a rimbalzo: Hayes pareggia con un tap-in. L’equilibrio continua ad essere totale con Pecchia e Vene che guidano gli attacchi delle rispettive squadre, è 30-30 a 70 secondi dal termine. Clark, dalla lunetta, manda Cantù negli spogliatoi avanti di due punti.

III QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 54–47 Openjobmetis Varese

Vene si conferma il miglior realizzatore ospite e, nonostante due errori dalla lunga, tiene a contatto i suoi. Cantù, invece, si affida all’energia di Burnell e cerca di ritrovare un silente Cameron Young. Polveri nuovamente bagnate per entrambe le squadre: solo la tripla di Wilson muove un punteggio che era fermo da qualche minuto e regala il massimo vantaggio ai padroni di casa sul 51-42. Le triple di Mayo e Wilson chiudono il quarto.

IV QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 74–67 Openjobmetis Varese

Massimo vantaggio canturino ritoccato dopo i canestri di La Torre e Collins, Caja costretto al timeout sul 59-47. Corban Collins, grande protagonista di questo parziale, si porta a quota 7 personali nel quarto e tiene a distanza Varese. Gli ospiti non sembrano offensivamente pronti a completare la rimonta ma Cantù sembra non voler mandare i titoli di coda sull’incontro; Ferrero ne approfitta e, con una tripla, realizza il 66-60 a 3 minuti dal termine. Young e Clark escono forte dal timeout e provano a chiudere l’incontro resistendo ai canestri pesanti di Mayo e Tambone, è 73-67 a 39 secondi dal termine. Varese fallisce i due successivi attacchi e Cantù si aggiudica il derby

 

 

[pb-game id=”420224″]

Commenta