L’avvocato di Luigi Scavone: E’ addolorato. E’ come se gli fosse caduto il mondo addosso

L’avvocato di Luigi Scavone: E’ addolorato. E’ come se gli fosse caduto il mondo addosso

L’accusa nei confronti di Scavone è di associazione a delinquere finalizzata a reati fiscali

L’avvocato di Luigi Scavone, presidente della Pallacanestro Trieste, finito in carcere nei giorni scorsi, ha parlato delle condizioni del suo assistito.
Queste le parole dell’avvocato di Luigi Scavone, Alfonso Furgiuele, a Il Piccolo.

“È addolorato, è come se gli fosse crollato il mondo addosso” ha detto l’avvocato di Scavone che ha parlato anche della decisione del numero 1 di Alma di non avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso dell’interrogatorio di qualche giorno fa davanti al gip. “Il motivo? Il mio assistito inizialmente voleva rispondere. Ma io l’ho trovato in condizioni particolarmente provate. Era prostrato, confuso e non aveva capito ancora con precisione quali erano i fatti contestati. Ha bisogno di analizzare con calma e lucidità le imputazioni. Sta vivendo molto male questa vicenda Mi ha detto “professore… io sono stato poliziotto…ho fatto una vita in cui non ho mai violato la legge”. E mi ha raccontato che di questioni contabili non ne ha mai capito molto, perché si è sempre interessato della parte commerciale. Comuque renderemo interrogatorio al pm Scavone ritiene di essere in grado di chiarire la proprio posizione personale”.

L’accusa nei confronti di Scavone, che quando è stato fermato nella sua casa di Napoli, aveva un biglietto aereo per Dubai ed uno zainetto con 304.000 euro in mazzette, scrive Il Piccolo, è di associazione a delinquere finalizzata a reati fiscali.

Commenta