Latina soffre ma supera Cassino per 92-83

Latina soffre ma supera Cassino per 92-83

Pontini in difficoltà prima di scappare via nell'ultimo quarto. 19 punti a testa per Andrew Lawrence e Mike Carlson.

Tre quarti di sofferenza prima di scappare via nel punteggio: la Latina Basket supera la Virtus Cassino per 92-83 al termine di una partita più complicata del previsto.

Per i nerazzurri, ottime prove di Andrew Lawrence e Mike Carlson (19 punti a testa), mentre Alessandro Cassese è stato il migliore in uscita dalla panchina (11 punti in 15′).

Per Cassino, Tommaso Ingrosso ha disputato un ottimo secondo tempo (19 punti a fine partita) e gli americani non hanno tradito (17 per Antino Jackson e 16 per Dalton Pepper).

La partita

Primo quarto chiuso in vantaggio da Latina, dopo una partenza quasi senza opposizione da parte di Cassino, poi capace di reagire e spingersi fino al -1 (17-16, -1’58”) grazie ad un paio di spunti di Pepper: il controparziale firmato da Lawrence, Cassese e Fabi fissa il punteggio di fine frazione sul 23-16 per la Benacquista.

Con Allodi e Carlson in panchina per problemi di falli, i padroni di casa fanno fatica. Gli ospiti si rifanno sotto gradualmente, anche approfittando di molte seconde opportunità: una tripla di Jackson e un canestro da rimbalzo offensivo di Bagnoli portano le squadre sul 25 pari a metà secondo quarto (-5’50”). Cassino però trova il vantaggio solo per pochissimo tempo: Latina, pur non cambiando davvero l’inerzia della partita, trova lo slancio necessario per andare negli spogliatoi sul 41-36.

Il rientro in campo si gioca a ritmi altissimi che premiano una Cassino aggressiva e determinata, capace di portarsi in breve sul +6 con due liberi di Jackson (48-54, -6’21”). Dopo il timeout chiamato da coach Gramenzi, i nerazzurri cambiano registro, trovano punti preziosi sotto canestro con Carlson e poi il sorpasso con un contropiede chiuso magnificamente da Lawrence (57-56, -3’19”). Il terzo quarto si chiude sul 62-59.

La Benacquista comincia l’ultima frazione sul piede giusto, superando presto i due possessi di vantaggio. Per i ciociari, sono fatali due tecnici fischiati nel giro di dieci secondi – uno a Pepper e uno alla panchina – che spingono Latina ulteriormente in avanti (76-64, -6’41”). Nei minuti successivi, il divario resta piuttosto ampio: toccato anche il +17, i pontini vincono infine col punteggio di 92-83.

[pb-game id=”404556″]

Commenta