L’Academy della Pallacanestro Varese mette le mani su Vuk Bogunovic

L’Academy della Pallacanestro Varese mette le mani su Vuk Bogunovic

Sedicenne talentino nativo di Novi Sad, è considerato il terzo miglior prospetto della sua annata in patria

L’Academy della Pallacanestro Varese porta a casa un pezzo pregiato dalle giovanili della Serbia. Accordo tra Gianfranco Ponti e il KK Sports World per l’acquisto di Vuk Bogunovic, sedicenne talentino nativo di Novi Sad, considerato il terzo miglior prospetto della sua annata in patria.

Un giocatore dal potenziale intrigante, che lo staff biancorosso aveva già visionato lo scorso anno prima della crescita da 196 agli attuali 202 centimetri. Un salto di qualità che ha attirato l’attenzione di diversi scout internazionali sul cestista del 2004: chiusi martedì 3 settembre i trasferimenti interni del mercato giovanile in Serbia senza che le big Stella Rossa e Partizan si muovessero, l’Academy ha rotto gli indugi e completato la trattativa per l’acquisto del giovane serbo dalla società di appartenenza, anticipando il Real Madrid che si era mosso per far svolgere un provino a Bogunovic.

Presto per capire ora che cosa potrà diventare il talentuoso prospetto, elemento tutto da definire a livello fisico (81 kg su 202 cm di statura) che però possiede un intrigante mix fra mobilità, taglia fisica e capacità di trattamento di palla.

Una volta espletate le pratiche del visto per il tesseramento, Bogunovic si unirà al gruppo Under 16 di Milan Josic e potrà giocare anche con l’Under 18 (nell’ultima annata in Serbia ha disputato sotto età il campionato Under 16, completando a 21,7 punti e 9,3 rimbalzi le tre gare delle Final Eight).

L’ala del 2004 manterrà ovviamente la nazionalità serba per tutto quel che riguarda il suo percorso con le Nazionali, a partire dai prossimi Europei Under 16, ma svolgendo nell’Academy i quattro anni d’attività giovanile richiesti dal regolamento completerà il periodo di formazione tecnica necessaria secondo la FIP per poter scendere in campo in serie A nel computo dei sei italiani anziché in quello dei sei stranieri.

La missione di Ponti a Belgrado proseguirà anche nei prossimi giorni con altri elementi da visionare per le annate 2004 e 2005. Dopo l’esperimento del primo anno, però, il targetdel reclutamento dell’Academy si è elevato verso prospetti di livello superiore.

L’investimento iniziale per assicurarsi i diritti di tesseramento di Bogunovic e del 2005 siciliano Scredi (oltre ai due camerunensi che rinforzeranno il gruppo Under 15) si aggira attorno ai 30mila euro. Ma lo si è sostenuto nell’intento di assicurarsi prospetti dal potenziale tecnico e fisico in grado di arrivare in serie A al termine del percorso giovanile in atto, ciò che al momento sembra nelle corde soltanto per Nicolò Virginio, fresco bronzo europeo Under 16.

Fonte: prealpina.it.

Commenta