La Virtus schiaccia Brindisi 99-87 alla Segafredo Arena

La Virtus schiaccia Brindisi 99-87 alla Segafredo Arena

Bologna continua a rimanere imbattuta in casa, contro Brindisi vittoria 99-87

Buon inizio della formazione ospite che grazie a Banks parte 0-5. Bologna è un po’ timida nei primi minuti e la difesa bianconera concede molte conclusioni ravvicinate alla squadra di Vitucci. Stone realizza con “and one”, Brown appoggia da sotto ed è 8-12 al giro di boa del primo quarto. Weems segna da tre nell’angolo, Thompson gli risponde subito (14-17 a 2′ dalla prima sirena). Cournooh realizza dalla lunga distanza, poi Baldi Rossi appoggia al vetro il +4 interno. Zanelli allo scadere chiude la prima frazione 22-20.

Il match continua ad essere in equilibrio, ma Teodosic entra in partita e la Virtus prende in largo. Cournooh ritrova il suo tiro che fino ad oggi un po’ gli era mancato, dopo 4 minuti del secondo periodo le Vu Nere sono davanti 38-26. Banks prova a chiudere l’emorragia con una tripla, ma nell’altra metà campo Teodosic alza per Hunter che inchioda facendo esplodere la Segafredo Arena. Ricci segna dall’arco, Zanelli replica immediatamente poi Stone appoggia il -7 che costringe Djordjevic al time out. Gaines con 5 punti in fila non trova miglior modo per uscire dal time out del suo coach e obbliga Vitucci al minuto per parlarci su. Banks schiaffeggia ancora la retina da tre, ma Gaines è in serata e risponde all’avversario. Si chiude il primo tempo 54-43.

Si ritorna sul parquet e la Virtus parte decisamente forte con le “bombe” di Ricci e due di Weems, in 2 minuti di gioco 11-2 interno che sigla in un amen il +20 per la Segafredo. Vittuci chiama immediatamente time out e Stone risponde bene segnando da tre dopo il minuto. Brindisi comunque non getta la spugna, Thompson con tre liberi fa 69-54 a metà del terzo quarto. Brown trova qualche canestro da sotto e l’Happy Casa da -20 scende a -12 nel giro di 6 minuti, time out per Djordjevic che non ha gradito il calo dei suoi. Le triple in rapida sequenza di Thompson e Stone riaccendono ulteriormente le speranze dei biancazzurri, ma la Virtus con i canestri realizzati da Della e Pajola chiude 77-65 la penultima frazione di gioco.

Delìa con “and one” apre le danze nell’ultimo quarto di gioco. Bologna a +15 lunghezze di vantaggio amministra senza correre troppo. Pajola ruba palla, si lancia in contropiede e schiaccia il +17. Banks con tre liberi consecutivi scrive 90-77 sul tabellone della Segafredo Arena, ormai le sorti del match sembrano scritte. Stone dalla punta realizza da 3, Baldi Rossi però è puntualissimo e dall’angolo opposto segna. Termina 99-87 per la Virtus Bologna, che resta imbattuta in casa.

Commenta