La Vanoli si ripete anche contro Avellino: 94-88

La Vanoli si ripete anche contro Avellino: 94-88

Supremazia generale della Vanoli, salvo nella percentuale di realizzazione, nell'ambito di una gara combattuta attraverso altalene di vantaggio tra le due squadre. Il parziale di 16-2 dei minuti finali ha condannato definitivamente la Sidigas.

CREMONA – Partita combattuta, che la vanoli porta a casa malgrado la netta inferiorità nella percentuale di realizzazione, specie da tre punti, in contrasto con una supremazia in campo generale. Il parziale di 16-2 messo a segno tra il minuto 35 ed il 39, ha riportato definitivamente la partita dalla parte della Vanoli, all’esito di una serie di parziali e contro parziali.

Coach Meo Sacchetti schiera Ruzzier, Demps, Crawford, Aldridge e Mathiang

Nenad Vucinic risponde con Cole, Filloy, Nichols, Greeen e Costello

Arbitri: Mazzoni, Bettini e Giovannetti

1° QUARTO

Avvio di gara di marca Vanoli: la formazione ospite fatica a perforare la difesa avversaria, salvo affidandosi a pregevoli iniziative individuali di Cole e Green.

Alcune palle perse di troppo dalla retroguardia ospite, i 13 punti di Crawford e la supremazia in area di Mathiang, propiziano il vantaggio Vanoli all’8’: 21-15.

Le triple di D’Ercole e Green, nel finale di periodo, consentono agli ospiti di ridurre lo svantaggio: 26-23 al 10’.

2° QUARTO

L’accresciuta pressione difensiva dei biancoverdi, ne favorisce il recupero, che prosegue anche nel secondo quarto: al 13’, arriva il pareggio di Sykes.

Al 15’, la tripla dall’angolo di Filloy, segna il primo vantaggio Scandone: 34-35. Time-out Sacchetti, nel tentativo di riconferire fluidità e lucidità alla manovra della sua squadra.

Ancora Filloy dall’angolo, ben imbeccato da Cole, per l’allungo Sidigas: 37-42 al 18’.

Non ci sta la Vanoli, che, con la tripla di Aldridge, pareggia a quota 42.

2/2 di Cole dalla lunetta, per il vantaggio Sidigas all’intervallo: 42-44.

Risultato parziale, quello che accompagna la due squadre negli spogliatoi, che condanna la Vanoli in ragione della percentuale di realizzazione dall’arco dei tre punti, pari al 14%, malgrado le 12 conclusioni in più, frutto di una supremazia generale sul campo, anche nel confronto dei rimbalzi e delle palle perse/recuperate.

3° QUARTO

E’ l’azione da 4 punti di Green, ad aprire la ripresa: 42-48 al 22’.

Dopo la contro tripla di Aldridge, Avellino colpisce in area con Green e Nichols: 45-54 al 23’. Time-out Sacchetti, che toglie dal campo Demps (2/9 dal campo), e affida la regìa a Diener.

La Vanoli esce dal minuto di sospensione con rinnovato ardore, che porta ad una scelta migliore delle conclusioni, soprattutto, migliorando sensibilmente la precisione al tiro: Saunders, Crawford e Aldridge firmano il parziale di 15-4 in 4 minuti: 60-58 al 27’.

Dopo il personale dalla lunetta realizzato da Green, che interrompe il digiuno per la Sidigas, Diener riprende a suonare la carica: l’assist per la schiacciata di Gazzotti, porta il vantaggio Vanoli sul 64-59. E’ il 28’.

Mal 29’, magistrale azione difensiva di Gazzotti su Green, sanzionata dal direttore di gara: reazione di disappunto generale al PalaRadi, compresa quella di inconsueta di coach Sacchetti. I liberi realizzati da Green, seguiti dalla tripla di D’Ercole e dal sottomano di Sykes sulla sirena, riportano in vantaggio Avellino al 30’: 68-69.

4° QUARTO

Sykes si carica sulle spalle i suoi per il mini allungo Avellino, in apertura di ultimo quarto: 70-75 al 32’.

A seguire, è Green ad implementare il vantaggio ospite: 74-83 al 35’. Time-out Sacchetti.

5 punti di Crawford e la tripla di Ricci riportano sotto la Vanoli: 82-83 al 37’.

Il direttore di gara si ripete, sanzionando un fallo a Ricci in marcatura , che irrita nuovamente coach Sacchetti, e pure capitan Diener, il quale, dopo i due liberi realizzati dall’avversario, si impadronisce del pallone e va a segnare dall’arco il pareggio a quota 85.

A seguire, cinque punti consecutivi di Ricci, riportano avanti la Vanoli: 90-85 al 39’, frutto del parziale di 16-2 messo a segno dai padroni di casa tra il 35’ ed il 39’.

I liberi realizzati da Ricci definiscono il punteggio finale: 94-88.

 

[pb-game id=”399004″]

Commenta