La Spagna è meravigliosa: Argentina dominata 95-75 ed è campione del mondo

La Spagna è meravigliosa: Argentina dominata 95-75 ed è campione del mondo

Scariolo conquista la meritata medaglia d'oro a Pechino, partita perfetta e dominata l'Argentina di Scola

Ultima gara della FIBA World Cup 2019, a Pechino è sfida ‘latina’tra Argentina e Spagna, tra Scola e Gasol, Campazzo e Rubio.

Tutto pronto alla Cadillac Arena, palla a due ore 14:00 italiane.

Ottima partenza per la Spagna, 12-2 nei primi tre minuti di gioco con Rubio subito positivi e Juancho a completare la giocata da tre punti. Dopo il necessario timeout di coach Hernandez la situazione in casa Argentina non migliora, Oriola segna il +12 ma Brussino risponde dall’altra parte, due triple consecutive ed unico a segno della squadra in maglia bianca. Gasol ha qualche difficoltà al tiro, Campazzo con la magia realizza in contropiede e dopo la bellissima stoppata di Juancho è minuto di sospensione sull’altra panchina, 10-14 il punteggio. Deck realizza canestro e libero supplementare, Ribas non sbaglia dall’angolo e tre perse costano il -9 agli Argentini, con Llull a trovare lo spazio giusto in penetrazione per il 23-14 di fine primo periodo.
Uno Scola ancora fuori partita commette fallo in attacco, la Spagna è più reattiva specialmente a rimbalzo d’attacco e concretizza con Fernandez, tripla importante del nuovo +12 in avvio di secondo quarto. Willy Hernangomez è perfetto spalle a canestro, la guardia del Real si ripete da lontano ed è dominio sul 31-14, con Laprovittola che con due canestri in fila prova a riaccendere la partita. Il nuovo play del Real non si ferma, risponde il suo compagno di reparto ma con un paio di giocate di Campazzo l’Argentina prova a rientrare, ancora lontana appena sotto la doppia cifra di svantaggio. La squadra di Scariolo non molla un attimo, è 43-31 il vantaggio all’intervallo.

Gasol stoppa Campazzo, Rubio corregge a rimbalzo e con i liberi il distacco aumenta, 52-33 merito anche del comodo appoggio del centro campione NBA e della schiacciata solitaria di Juancho. L’Argentina è nulla in attacco, Rubio fa 2+1 e dall’altra parte si muove finalmente qualcosa: due triple in 10 secondi di Deck-Campazzo e 55-39 al 25′. Gli Spagnoli restano lontani approfittando del bonus, Claver si iscrive alla sfida ed arrivano anche i primi punti per Scola, dalla lunetta. Llull e Fernandez tengono a bada gli avversari, è 66-47 ad un quarto dal termine del mondiale.
Willy risponde a Deck, la Spagna non si distrare un secondo neppure in difesa ma due banali palle perse fanno arrabbiare Scariolo: Laprovittola-Deck per il 54-68 e minuto di sospensione alla Cadillac Arena. Rubio prova a spegnere l’entusiasmo dei Sudamericani, Deck schiaccia in tap-in ma Llull buca la difesa e segna con fallo, 73-59 al 34′. Juancho dall’angolo prova ad ammazzare definitivamente la sfida, Scola trova il primo canestro personale dal campo ma il tempo scorre ed è ancora -14, nonostante 5 punti in un amen di uno scatenato Deck. La tripla del -9 non ha fortuna, gli Spagnoli controllano a rimbalzo e convertono dalla lunetta per il +16 degli ultimi 3 minuti del match. Deck continua a segnare, la Spagna torna agilmente sul +20 e si può già festeggiare: Campazzo e Scola escono dal campo tra gli applausi, è passerella e festa Iberica con il netto successo finale 95-75. La Spagna di Scariolo è meritatamente campione del mondo 2019!

Argentina: Brussino 8, Campazzo 11, Deck 24, Delia 2, Laprovittola 17, Redivo 3, Scola 8, Vildoza 2

Spagna: Claver 2, Fernandez 11, Gasol 14, Juancho 11, Willy 11, Llull 15, Oriola 6, Ribas 5, Rubio 20

Commenta