La Reyer ci crede fino all’ultimo e Bologna butta 30′ di buon gioco: finisce 76-77 al PalaDozza

Foto Ciamillo-Castoria
Foto Ciamillo-Castoria

Bologna spreca e la Reyer coglie la palla al balzo vincendo con carattere

Dopo la batosta all’andata, con la sconfitta per 93 a 75, la Virtus Bologna perde anche tra le mura casalinghe contro una Reyer Venezia che non ha mai smesso di crederci. In vantaggio per gran parte del match, la Virtus si è fatta recuperare nell’ultimo quarto consentendo alla Reyer di vincere 76-77.

Palla a due vinta dalla Reyer e subito primi due punti per Bramos. La Virtus fatica ad ingranare in attacco e Punter forza un po’ troppo dall’arco, ma il match è in perfetto equilibrio nei primi 5’. Haynes spara due volte da tre e centra il bersaglio, dall’altro lato invece è Aradori ad essere infuocato: 8 punti sui primi 10 delle Vu Nere portano il suo nome. Sul 12-12, Moreira appoggia con fallo e al giro successivo Martin mette una “bomba” costringendo De Raffaele a chiamare il suo primo time-out dopo 7’ di gioco. Bologna inizia ad alzare notevolmente i ritmi di gioco, stringendo in maniera significativa le fila difensive. Il primo quarto si chiude 22-16.

Ritmi abbastanza blandi nel secondo quarto, nella prima metà della frazione Venezia riesce a ricucire qualche punto di svantaggio e torna a due lunghezze dai padroni di casa. Dopo 4’ Tonut si accusa di un tecnico, ma Aradori in lunetta sbaglia. Situazione di 27 a 27 quando Punter capisce che è il momento di spaccare la partita. Lo 0 in maglia bianconera, messo in ritmo da Taylor, spara due triple in rapida sequenza poi fa due su due dalla lunetta: 14-0 in un amen per la Virtus. La Reyer fatica molto in attacco, si sente l’assenza di Daye. 41-30 il punteggio dopo la seconda sirena.

Al rientro sul parquet, Bologna continua a macinare punti mentre Venezia è costretta ad inseguire. Bramos e Haynes sono gli unici che sembrano crederci realmente, ma non bastano. La Virtus sale fino a +13 sul 50-37 anche se Haynes entra in ritmo e 7 suoi punti consecutivi riportano i veneti a -6. Aradori infila una tripla dall’angolo allo scadere dei 24” che è ossigeno puro per la squadra di Sacripanti. Le due squadre si rispondono colpo su colpo ed ovviamente la situazione è favorevole alla Virtus che si mantiene a distanza di sicurezza. Si va all’ultimo quarto sul 63-54. Polveri abbastanza bagnate ad inizio ultima frazione, solo 3 punti per i veneti dopo altrettanti minuti di gioco. La Virtus non sfrutta nel migliore dei modi qualche viaggio in lunetta e la squadra di De Raffaelle rosicchia qualche punticino per volta arrivando fino a -2 quando sul cronometro restano 2’ da giocare. Moreira realizza, ma Watt risponde immediatamente ed è 72-70. Tonut in lunetta non sbaglia e impatta 72-72, tutto da rifare per Bologna. Moreira fa invece 1/2 dalla linea della carità e la “bomba” di Bramos consente il sorpasso esterno. L’ultima tripla di Aradori è inutile, l’incontro finisce 76-77.

Commenta