La notte di Kobe a LA. LeBron: Il ragazzo arrivato qui a 18 anni e che ora era un grande padre

La notte di Kobe a LA. LeBron: Il ragazzo arrivato qui a 18 anni e che ora era un grande padre

E' stata la notte di Kobe a Los Angeles. Per la prima volta, i Los Angeles Lakers sono scesi in campo dopo il rinvio del derby con i Clippers

E’stata la notte di Kobe a Los Angeles. Per la prima volta, i Los Angeles Lakers sono scesi in campo dopo il rinvio del derby con i Clippers.

Atteso e toccante il discorso di LeBron James: «Questa notte celebriamo il ragazzo arrivato qui a 18 anni, ritiratosi a 38 diventato probabilmente il miglior padre che abbia visto in questi tre anni».

Quindi il via alla gara con i Blazers, fermatasi nei primi due possessi, come fatto in tutto il mondo.

All’ingresso in campo delle due squadre, tutti i giocatori sono scesi in campo con il numero 8 o il numero 24, e lo speaker ha annunciato il solo nome di Kobe.

Il primo canestro è stato di Quinn Cook.

Commenta