La Dolomiti Energia Trento conquista a Venezia un successo cruciale per la sua stagione

La Dolomiti Energia Trento conquista a Venezia un successo cruciale per la sua stagione

Niente da fare per la squadra di De Raffaele, che dopo aver sofferto con Pesaro conferma un prolungato momento di alti e bassi in LBA, pagando a caro prezzo un avvio molle e cadendo in overtime

La Dolimiti Energia Trento non capitalizza un grande avvio di gara, cede al ritorno della Reyer e al canestro sulla sirena di Watt, ma infine conquista all’overtime a Venezia quel che può essere il successo cruciale della sua stagione in un sofferto. Niente da fare per la squadra di De Raffaele, che dopo aver sofferto con Pesaro conferma un prolungato momento di alti e bassi in LBA, pagando a caro presso un avvio molle, con 7 palle perse nel solo primo quarto e avversario che arriva sino al 22-44 sul finire del primo tempo. Austin Daye si sveglia troppo tardi, Toto Forray pare chiuderla dalla lunetta, ma Watt trova il prolungamento dopo una rimessa conquistata dalla pressione di Haynes su Forray. 22 punti e 12 rimbalzi per Aaron Craft, 77-81 il finale.

- 23 Luglio 2019, 10:09
00 00
Vai al boxscore

OVERTIME

La Umana Reyer Venezia non segna per 3′, la difesa di Trento riprende il comando delle operazioni, ma a 48” è ancora 77-78. Beto e Forray mancano la tripla della staffa, Pascolo e il portoghese si riprendono il possesso, e Craft manda i titoli di coda a 9” per il 77-81. Il fallo offensivo di Watt è la parola fine.

4° QUARTO

Finale da clima playoff, con doppio parziale di Venezia rimpallato nel mezzo dal 5-0 di Aaron Craft. Una tripla di Bramos, con conseguente rimbalzo offensivo e nuovo appoggio del passaportato greco, garantisce il 64-70 a 2.05. La Umana Reyer Venezia c’è, anche perchè Trento perde presto per quinto fallo (con tecnico) il protagonista Marble. Daye manca le due triple della speranza, ma quando si entra nell’ultimo minuto è Watt a trovare canestro e fallo su rimbalzo offensivo per il 66-70. Craft, toccata la doppia doppia, non trova il jumper in isolamento, Watt va ancora in lunetta per l’1/2 (1/3 nel momento cruciale) che indirizza il match con 19’’da giocare. Toto Forray pare chiuderla dalla lunetta, Craft spreca un fallo su Haynes sul +4 a 2” ma il play di Venezia fa 2/2. Rimessa di Trento che va sulla mano di Forray dopo instant replay. E’rimessa in attacco per la squadra di De Raffaele

3° QUARTO

Un parziale di 5-0 a metà quarto, un 4-0 nel finale. L’Umana Reyer Venezia vive un quarto di rilancio, sempre ad inseguire, senza grosse cortezze, ma con la giusra grinta. 46-59, con Daye che sale a 9 punti ed  guida, Marble e Forray a quota 11.

2° QUARTO

E’dominio Trento al Taliercio, e per Venezia è notte fonda. 23-44 a fine primo tempo, con i padroni di casa che perdono 11 palloni, annichiliti dalla difesa della squadra di Buscaglia. 4/11 da 2, 3/11 da 3, 16-27 a rimbalzo e un Daye da un punto, con 0/2 al tiro. Miglior marcatore? De Nicolao con 5 punti. La squadra di Buscaglia pare aver ritrovato l’impatto della passata stagione, con 8 recuperi e otto giocatori a referto. 11 punti per Marble, 6 punti, 7 rimbalzi e 3 assist per Craft.

1° QUARTO

Avvio prepotente di Trento, che costringe De Raffaele al primo timeout con 4.38 a giocare sull’8-17. Poco cambia a fine primo quarto, per un 13-22 di pura difesa ospite. Padroni di casa che hanno 3 punti da De Nicolao, Bramos e Haynes, con ben 7 palle perse. Trento che domina, 12-7 a rimbalzo e 5 punti di Marble e Beto Gomes.

Commenta