Junior Casale, è sfida vera con Antibes

Junior Casale, è sfida vera con Antibes

Mattia Ferrari: Oggi abbiamo giocato molto bene nel primo tempo, un po’ meno nel secondo

È una sfida vera quella tra i francesi di Antibes e la Novipiù Casale, che parte con il piglio giusto, mette dieci punti di vantaggio e sperimenta quintetti e situazioni nuove, trovando le giuste risposte alle richieste di coach Ferrari. 

LA PARTITA

Con il perdurare dell’assenza di Davide Denegri, coach Mattia Ferrari non modifica il quintetto di partenza visto nelle prime due uscite, dando fiducia a Fabio Valentini in cabina di regia. Il giovane play rossoblù risponde presente con 5 punti, 4 rimbalzi e 3 assist nella sua partita. Casale riesce ad imprimere il ritmo necessario al primo allungo sul 17-10, trova anche il +10 grazie ad un’eccellente circolazione di palla nella metà campo offensiva ed una difesa aggressiva, anche con l’uso della zona. Antibes però non demorde e resta a contatto, mette la testa avanti ma viene prontamente rispedita indietro dai rossoblù: all’intervallo è 39-38.

L’impatto con il secondo tempo è difficile per una Casale che si trova a perdere diversi palloni, a non trovare conclusioni semplici ed a subire un parziale di 0-10 che costringe coach Ferrari ad un timeout immediato. La situazione resta stabile fino a metà terzo quarto, quando arriva la scossa con quelle certezze già viste nel primo tempo. Coralità, rimbalzi offensivi (14 totali di squadra) ed a fine terzo quarto è nuovamente -8. L’ultima frazione vede Antibes prendere il controllo con Ukic che prosegue nella propria partita ai limiti della perfezione, 29 punti con una sequenza di triple a segnare definitivamente il risultato.

Per Casale ora la mente è proiettata alla prima sfida di Supercoppa, in programma sabato 7 settembre al PalaFerraris contro la Bertram Tortona.

LE CHIAVI DELL’INCONTRO

  • La presenza dei lunghi Novipiù: capitan Martinoni suona la carica, Sims contribuisce con 9 punti, Camara porta in campo tutta la propria esuberanza. Chiude con 7 punti, 5 rimbalzi, un paio di stoppate poderose.
  • Terzo quarto che dolore. Pitard alza l’intensità difensiva, Casale fatica e realizza due punti nei primi cinque minuti e mezzo, trova però risposte nel finale di frazione.
  • Roko Ukic: il playmaker degli Sharks domina in lungo ed in largo, mostrando che la classe non ha età. 29 punti, 7/11 da tre punti, 7 assist ed una naturalezza disarmante nell’esecuzione di tutto.
  • Palle perse. 24 per Casale, solo 14 per Antibes, il divario risulta ancor più evidente con il 13 a 36 nei punti da palla persa. 
  • Ben 8 i rossoblù sopra i 18 minuti di impiego: coach Ferrari distribuisce minuti, responsabilità ed occasioni di crescita a tutti i propri effettivi, dando fiducia ai giovani e permettendo ai senior di recuperare energie in vista dei prossimi impegni

Novipiù Casale Monferrato 65-86 Antibes Sharks (24-19, 39-38, 53-61)

Casale: Cappelletti, Tomasini 8 (3/4, 1/2, 1/2), Valentini 5 (1/2, 1/4), Da Campo, Cesana 6 (3/5, 0/4), Sirchia (0/1 da tre), Battistini 8 (4/7, 0/3), Martinoni 11 (1/1, 5/5), Sims 9 (3/11, 1/1), Galluzzi, Roberts 11 (1/3, 3/6), Camara 7 (1/4, 3/3). All. Ferrari

Antibes: Ukic 29 (6/6, 1/3, 7/11), Carne 2 (1/2), Hearst 23 (9/9, 4/11, 2/5), Blue 12 (2/2, 5/10, 0/1), Rostomoff, Raposo 5 (1/1, 2/5), Amsellem, Gaddefors 6 (0/2, 3/3), Morency 6 (2/2, 2/4, 0/2), Tanner, Neri, Pitard 3 (3/4, 0/1, 0/3). All. Antic

Mattia Ferrari: “Le partite di settembre fanno poco testo. Oggi abbiamo giocato molto bene nel primo tempo, un po’meno nel secondo complici le ampie rotazioni per dare ampio minutaggio ad ognuno, a volte ci troviamo con tre, quattro giovani in campo. Quello che volevo vedere l’ho visto, ora dobbiamo lavorare e prima o poi ritroveremo Denegri. Ricordiamo che siamo senza il nostro playmaker titolare, non è poco in fase di costruzione di un sistema di gioco”.

Gora Camara: “Con Mattia Ferrari sto imparando tante cose, non mi fa passare nulla, ma mi aiuta ad imparare tante cose. In campo cerco di dare tutto, soprattutto in difesa, il risultato conta poco. Meglio perdere ora che più avanti”.

Commenta