JJ Frazier sulla sirena! Scafati sbanca Latina per 77-76

JJ Frazier sulla sirena! Scafati sbanca Latina per 77-76

Epilogo rocambolesco al PalaBianchini, dove la guardia americana (22 punti) decide la contesa con una tripla sulla sirena finale.

La Givova Scafati passa sul campo della Latina Basket per 77-76 grazie a una tripla allo scadere di JJ Frazier, uomo-partita e top scorer con 22 punti (7/19 dal campo, 6/6 ai liberi). In doppia cifra per i campani anche DeShawn Stephens e Riccardo Rossato (entrambi a quota 14 punti), con quest’ultimo in particolare evidenza nel secondo tempo.

Latina, che aveva toccato anche il +15 nel primo quarto, ha molto da recriminare sul vantaggio buttato al vento nel corso del match. Quattro gli uomini di Gramenzi in doppia cifra, con Dalton Pepper e Andrea Ancellotti appaiati con 16 punti (il secondo aggiunge anche 13 rimbalzi).

 

Avvio di gara in cui Latina si dimostra molto più lucida dei campani: una tripla dall’angolo di Pepper, innescato in transizione da Musso, vale il 14-6 a metà primo quarto. I meccanismi difensivi di Scafati s’inceppano di continuo e i padroni di casa puntano l’area con grande facilità. I numeri di fine frazione parlano chiaro: la Benacquista conduce per 27-14 grazie a un 12/15 dal campo contro il 5/19 avversario.

Visto l’andazzo, sarebbe lecito aspettarsi una ulteriore accelerata da parte di Latina nel secondo quarto, ma i padroni di casa si mostrano un po’ troppo sornioni. Scafati continua a essere deficitaria in difesa ma comincia a dare qualche segno di vita in attacco (e i due americani hanno un impatto importante in questo senso). Si va al riposo sul 47-38 per Latina.

Scafati rientra in campo con un altro piglio e con altre idee. Per i latinensi le cose prendono una brutta piega. I gialloblu toccano il -4 nel giro di due minuti, mentre Musso perde la testa commettendo un antisportivo plateale su Ammannato. La reazione della Benacquista arriva, pur non riuscendo a sortire effetti radicali sul punteggio. Bolpin si mette in evidenza con un paio di ottime iniziative offensive (57-48, 3:38), dopodiché Latina fa sempre più fatica a trovare la via del canestro. Scafati, pian piano, si rifà sotto e il terzo quarto finisce sul 58-53.

All’avvio dell’ultima frazione arriva il pari ospiti grazie a 5 punti veloci di Rossato (un arresto-e-tiro dalla media e una tripla) e, dopo un timeout chiamato da Gramenzi, c’è anche il primo sorpasso grazie a due liberi di Crow conquistati dopo una persa abbastanza sanguinosa di Raucci (60-62, 7:59).

Di lì in poi e un batti e ribatti continuo, con Scafati che tiene la testa nel punteggio e Latina che le impedisce puntualmente di andare oltre i 4 punti di vantaggio. L’intensità, già salita nel quarto precedente, è tutta un’altra rispetto al primo tempo. Latina riesce a compiere il sorpasso con due liberi di Bolpin, seguiti poco dopo da una schiacciata poderosa di Ancellotti a chiudere il contropiede. Perdichizzi chiama timeout sul 69-66 (2:47).

Le squadre sono sempre a stretto contatto, tant’è che i gialloblu rimettono il naso avanti (71-72, 1:11) con un canestro di Rossato. Durante l’ultimo giro di lancette, Musso fa 3/4 ai liberi mentre Frazier pesca un canestro dall’area dopo aver portato a spasso la difesa: è 74 pari a 40 secondi dalla fine.

Scafati sfrutta malamente il possesso e Latina ha abbastanza tempo per costruire un’ultima azione: Pepper vede un varco centrale e segna il canestro del 76-74 con 4.3 secondi da giocare. Dopo il timeout, Frazier ha modo di scagliare una tripla contestatissima sulla sirena: parabola perfetta, è il buzzer beater della vittoria scafatese per 77-76.

Commenta