Jefferson: Il momento più critico lo abbiamo vissuto due mesi fa. Ma adesso va molto meglio

Jefferson: Il momento più critico lo abbiamo vissuto due mesi fa. Ma adesso va molto meglio

Il giocatore di Cantù non ha dubbi: Non mi piace lasciare il lavoro a metà

In casa Pallacanestro Cantù parla Davon Jefferson, e con la Gazzetta dello Sport si torna sulle problematiche societarie di questi mesi: «Il momento più critico lo abbiamo vissuto due mesi fa. Ma adesso va molto meglio e non posso lamentarmi. Cantù ha un’organizzazione molto professionale, c’è un bel rapporto coi compagni e coach Pashutin è una persona eccezionale. Pensiamo solo a giocare».

Insomma, nessun dubbio: «In tutta la mia carriera, tranne le esperienze che ho vissuto in Cina e negli Emirati quando sono stato ingaggiato un paio di settimane per giocare solo i playoff, ho sempre iniziato e finito la stagione con la stessa squadra. Non mi piace lasciare il lavoro a metà».

Commenta