Jaiteh: A Limoges avevo un contratto fino a fine stagione, mi sono preso un bel rischio

Jaiteh: A Limoges avevo un contratto fino a fine stagione, mi sono preso un bel rischio

Il centro della Fiat Torino: Il mio primo obiettivo a Torino era stato raggiunto. Me ne sono posto subito un altro, però: aiutare la squadra a restare in A

Il lungo Mouhammadou Jaiteh ha conquistato tutti in casa Fiat Torino . Ecco le sue parole a La Gazzetta dello Sport, nell’inserito TimeOut: «A Limoges c’era una buona situazione societaria e un bell’ambiente, ma in squadra c’erano già tre “5” e dopo 6 stagioni da pro in Francia mi è sembrato il momento migliore per provare qualcosa di nuovo. Scelta molto rischiosa: a Limoges avevo un buon contratto fino al termine della stagione, per venire a Torino ne ho firmato uno di un mese e mezzo circa. Volevo provare a me stesso di avere il livello e la mentalità per fare qualcosa di buono e in una situazione del genere non potevo fare altro che avere successo. Quando mi hanno detto che avrebbero prolungato il mio contratto sino alla fine della stagione ero molto soddisfatto, il mio primo obiettivo a Torino era stato raggiunto. Me ne sono posto subito un altro, però: aiutare la squadra a restare in A»

Commenta