Nano Press
Facebook Twitter Instagram Google+ YouTube RSS Feed Italiano English Türkiye
Serie A2 Ovest 12/07/2018, 17.00 Ufficiale

Alessandro Cassese firma a Latina

Cassese, guardia classe 1997 per 186 cm di altezza e 81 kg di peso, è il neo acquisto della società latinense

Serie A2 Ovest

La Benacquista Assicurazioni Latina Basket è lieta di annunciare di aver siglato un accordo annuale con  con l’atleta Alessandro Cassese, che farà parte del roster nerazzurro nel campionato di Serie A2 Girone Ovest al quale prenderà parte il club del Presidente Lucio Benacquista nella stagione 2018/19. Cassese, guardia classe 1997 per 186 cm di altezza e 81 kg di peso, è il neo acquisto della società latinense.

Cassese arriva alla corte di coach Franco Gramenzi dopo una brillante stagione disputata con la maglia della Rossella Civitanova Marche nel campionato di Serie B con cui ha conquistato anche il premio come miglior giocatore Under 21 nello scorso mese di gennaio ed è pronto a cimentarsi in questa nuova sfida nella seconda serie nazionale: «Sono molto contento di avere l’opportunità di prendere parte al campionato di Serie A2, per me si tratta di una sfida molto importante e stimolante. Confrontarmi con un campionato di livello più alto rispetto a quello della precedente stagione sarà un modo per crescere e migliorare anche perché ho un gran voglia di far bene. Spero davvero che insieme a tutta la squadra si possano raggiungere ottimi risultati, per questo mi impegnerò al massimo». Alessandro non conosce ancora nessuno dei suoi nuovi compagni di squadra, ma ha avuto la possibilità di conoscere l’ambiente nerazzurro in occasione di alcuni allenamenti disputati al PalaBianchini nel corso dello scorso mese di giugno: «Per quello che ho potuto vedere in occasione dei giorni trascorsi a Latina e per come ne ho sentito parlare la Benacquista Latina Basket è una società solida e l’ambiente mi è apparso carico e stimolante».

Il giovane cestista frequenta i campi da basket fin da quando aveva 5 anni e, come racconta lui stesso: «È iniziato come un gioco e un divertimento da condividere con i compagni di classe delle scuole elementari poi, con il trascorrere del tempo, mi ha appassionato sempre di più. Guardavo le partite in TV e fantasticavo su quanto mi sarebbe piaciuto un giorno diventare un giocatore professionista. La pallacanestro mi trasmette emozioni difficili da descrivere a parole – prosegue Cassese –  ma percepisco l’importanza delle sensazioni che provo ogni volta che prendo la palla per tirare a canestro. Il basket mi rilassa, è un piccolo mondo per me, ma anche da condividere con chi ha la stessa passione».

Restando in tema di giocatori famosi o idoli sportivi fonte di ammirazione, Alessandro ha ben vivo un momento in particolare: «Il primo ricordo di un giocatore professionista è legato a Carlton Myers. Lo vidi giocare con la maglia della VL Pesaro e mi rimase impresso» anche se andando oltreoceano Cassese non ha dubbi: «Ho sempre avuto stima di Koby Bryant soprattutto per il suo modo di approcciarsi al lavoro, la sua volontà di migliorarsi costantemente e i grandi sforzi mentali per raggiungere gli obiettivi prefissati. Pensando a giocatori ancora in attività senza dubbio un atleta che mi stimola molto, e con cui posso avere similitudini per caratteristiche fisiche e di ruolo, è Stephen Curry. È un giocatore che fa apparire semplici cose estremamente difficili, pur non avendo un fisico particolarmente grosso, né capacità di saltare in modo straordinario».

Infine Alessandro conferma il suo entusiasmo e manda un messaggio a tutti i sostenitori nerazzurri: «Spero che possa essere una stagione piena di soddisfazioni e che il pubblico sia pronto a sostenerci con calore e fiducia. I tifosi sono determinanti soprattutto nelle partite casalinghe e sono sicuro che a Latina ci sono tanti sostenitori nerazzurri pronti a dare il giusto supporto alla squadra».

La carriera – Alessandro Cassese, nasce il 13 marzo del 1997 a Urbino e muove i suoi primi passi nel mondo della pallacanestro a soli 5 anni al PalaMondolce di Urbino frequentando i corsi di minibasket (2002). La svolta arriva all’età di 14 anni quando Urbino e Fermignano fondano la società Eagles Basket Montefeltro e Alessandro va a giocare a Fermignano dove disputa tutto il periodo delle giovanili arrivando a esordire in Serie C e formandosi come giocatore accumulando una notevole esperienza nelle quattro stagioni disputate fra i senior, chiudendo le ultime due fra i migliori realizzatori del campionato con medie di 15.4 e 17.4 punti a partita. È il 2016 quando Cassese riceve la chiamata della VL Pesaro, squadra di riferimento della provincia marchigiana. Con la Vuelle la giovane guardia urbinate  gioca con la compagine degli Under 20 Eccellenza, ma anche in Serie A. Nella massima serie gioca pochi minuti, togliendosi comunque la soddisfazione di segnare una tripla contro Brescia, mentre con i coetanei raggiunge una splendida semifinale alla Finale Nazionale di categoria, persa contro la Virtus Bologna. Per Cassese un torneo giocato da protagonista, con 11 punti e 3 rimbalzi di media, che conferma il talento già mostrato negli anni precedenti a Fermignano. La stagione 2017/2018 lo vede impegnato in quintetto base con la maglia della Rossella Civitanova Marche in Serie B. A gennaio del 2018 riceve anche il premio come miglior Under 21 Adidas di Serie B Old Wild West.

Ad Alessandro va il benvenuto in casa nerazzurra e un sincero e caloroso in bocca al lupo, per questa esperienza con la maglia della Latina Basket, da parte del Presidente Commendator Lucio Benacquista e di tutta la società pontina.

© Riproduzione riservata
E. Carchia

E. Carchia

Potrebbero interessarti
18/07/2018, 13:54

Presentata la "Nuova Cittadella dello Sport" di Tortona

La «Cittadella dello Sport», finanziata dalla famiglia Gavio, prevede la realizzazione di un Palazzetto che potrà ospitare fino a 5.000 spettatori oltre a diversi campi sportivi polifunzionali ed aree per attività ricreative

Comments Occorre essere registrati per poter commentare 7 Commenti
  • Rukawa11 12/07/2018, 20.09 Mobile
    Citazione ( Luiggione 12/07/2018 @ 19:24 )

    Ma sulla verticalità ha fatto paragoni con altri due Vs atleti che non conosco, poi il post-up (giro e tiro) è diverso da spalle a canestro, anzichè andare in avvicinamento cerca il canestro in allontanamento, poi c'è il discorso che Est e Ovest ...

    I due citati li conosco bene xké sono i 2 ex di Ravenna e grant molto verticale ma smith x nulla verticale..gran tecnica,l'ho sempre paragonato a z-bo,ma non verticale..per il post up è sempre movimento da post..spalle a canestro..cmq grazie..la cosa buona che mi hai detto è bravo ragazzo e va bene con la transizione che spero quest'anno faremo molto di più col cambio del play/coach

  • Luiggione 12/07/2018, 19.24
    Citazione ( Rukawa11 12/07/2018 @ 19:02 )

    Grazie..mi fa sorridere che oggi in un altro 3D uno ha detto l'esatto opposto..poco verticale gran movimenti in post..lol https://sportando.basketball/m/it/italia
    /serie-a2-est/281232/giacomo-sgorbati-fi
    rma-alla-fortitudo-bologna.html?comment_
    id=49305 ...

    Ma sulla verticalità ha fatto paragoni con altri due Vs atleti che non conosco, poi il post-up (giro e tiro) è diverso da spalle a canestro, anzichè andare in avvicinamento cerca il canestro in allontanamento, poi c'è il discorso che Est e Ovest sono due campionati ihmo diversi, già il fatto che avete Gandini come riserva, con tutto il rispetto per Allodi, depone che non debba avere un utilizzo alto e può gestire meglio i falli. E' un 5 con altezza e presenza fisica da 4.

  • Rukawa11 12/07/2018, 19.02 Mobile
    Citazione ( Luiggione 12/07/2018 @ 17:48 )

    Bravo ragazzo, gran lavoratore, da noi è andato quasi sempre in doppia cifra perchè è adatto a giocare a ritmi alti, lungo più da contropiede e molto verticale, mentre spalle a canestro fa più fatica. Ottimo se Ravenna giocherà sistema fatto ...

    Grazie..mi fa sorridere che oggi in un altro 3D uno ha detto l'esatto opposto..poco verticale gran movimenti in post..lol [ link ]
    Il bello di parlare di sport
    Grazie x le info

  • Luiggione 12/07/2018, 17.48
    Citazione ( Rukawa11 12/07/2018 @ 17:37 )

    Ciao..ti posso chiedere come è hairston che sembra lo prendiamo noi??

    Bravo ragazzo, gran lavoratore, da noi è andato quasi sempre in doppia cifra
    perchè è adatto a giocare a ritmi alti, lungo più da contropiede e molto
    verticale, mentre spalle a canestro fa più fatica. Ottimo se Ravenna
    giocherà sistema fatto di transizione rapida. Neo difensivo i troppi
    falli, soprattutto nei cambi dei pick&roll difensivi sui piccoli, ma
    anche falli sui rimbalzi difensivi, tendine d'achille, in quanto non fa
    tagliafuori, al contrario per la sua agilità straordinario rimbalzista
    offensivo. Ad Est c'è più atletismo e competerà con centri più tosti
    rispetto Ovest, ma se verranno esaltate le sue caratteristiche sarà un
    valore aggiunto.





  • Ostinato 12/07/2018, 17.39
    Citazione ( Rukawa11 12/07/2018 @ 17:37 )

    Ciao..ti posso chiedere come è hairston che sembra lo prendiamo noi??

    Per come l'ho visto io contro di noi ottimo, un capellino undersize ma a me è piaciuto molto

  • Rukawa11 12/07/2018, 17.37 Mobile
    Citazione ( Luiggione 12/07/2018 @ 17:33 )

    Caspita, abbiamo il nuovo Curry e non me ne ero accorto! Ora capisco perchè l'ufficialità è stata data in ritardo di una settimana, quando si sapeva già dell'accordo. :D

    Ciao..ti posso chiedere come è hairston che sembra lo prendiamo noi??

  • Luiggione 12/07/2018, 17.33

    Caspita, abbiamo il nuovo Curry e non me ne ero accorto! Ora capisco perchè l'ufficialità è stata data in ritardo di una settimana, quando si sapeva già dell'accordo. :D