Impresa Poderosa, sbancato il Paladozza dopo un supplementare

Impresa Poderosa, sbancato il Paladozza dopo un supplementare

Gigantesca prova della Poderosa che s'impone al Paladozza dopo un supplementare per 105-106. Decisivi Corbett e Mastellari. Per la Fortitudo, priva di Cinciarini, arriva la prima sconfitta casalinga. Infortunio per Hasbrouck

Nel momento forse meno adatto arriva la prima macchia casalinga. Bologna perde la “verginità” al Paladozza, salva quantomeno la differenza canestri, ma s’arrende ad una gigantesca Poderosa trascinata dai 30 di Corbett, con tre triple pesantissime nel supplementare, e i 19 di Mastellari bravo a tenere a galla i suoi di fronte alle sberle prese prima. Ora la Effe è li vicina, a due punti, ed è lecito pensare in grande. Bologna, priva di Cinciarini per un problema muscolare, ha tutto e subito da Hasbrouck (29 tutti nel primo tempo ma out per infortunio per buona parte del finale di gara), per poi essere presa per mano, nel momento peggiore da Rosselli (13 assist), trascinatore nel riacchiappare la gara quasi sfuggita di mano, e portandola all’overtime, per poi perdere la maniglia sull’ultimo decisivo possesso.

[pb-game id=”404421″]

Pronti via inizia lo show di Hasbrouck: 5-0 in un amen, rintuzzato dal gioco 2+1 di Negri (10-8). Rosselli “smazzola” cioccolatini (già 5 assist) imbeccando Pini e contribuendo al primo allungo di serata (20-13). Bologna tocca pure la doppia cifra (26-16) col punto numero 12 del suo unico moro in campo, intavolando un bel duello personale con Corbett (11 al primo stop), unica fonte offensiva della Poderosa. E cosi, alla prima pausa l’aquila ne infila 35, metà dei quali dalle mani di Hasbrouck, con percentuali totali pure irreali (77%). Gli ospiti viaggiano con numeri simili, rimanendo in qualche modo agganciati al match. Sprofondati difatti fino al -13, l’ossigeno stavolta arriva da Mastellari e dalle sue tre triple per il 49-46 sul finire di secondo quarto. Ci pensa allora manco a dirlo Hasbrouck, che sulla sirena infila il punto numero 29 (personale).

Si ricomincia le la rincorsa ospite si completa sulla tripla di Palermo (54-54). S’accende pure Simmons mostrando i muscoli, ma la Effe tenta l’ennesima fuga di serata: 12-2 con tanto Fantinelli per il 69-58 casalingo, “controparzialato” dal 9-2 esterno che rianima ancora, alla terza pausa, una generosissima Poderosa. Ancora Mastellari per il primo sorpasso ad inizio ultimo quarto (71-72) col parziale degli ospiti che s’allunga a 17-2 quando Corbett infila il 71-75. Bologna, persi i punti di Hasbrouck, non trova altre mani da cui andare, mentre Mastellari continua a far male dall’arco (82-86 con quinta tripla personale). Amoroso fa +7 a 1’22 dal gong, che sa tanto di sentenza. S’arriva invece al finale in volata, Rosselli si carica il gruppo in spalla: 7 tutti filati con ciliegina della tripla finale per l’overtime agganciato proprio sulla sirena.

Gli extra cinque non sono per i malati di cuore: Rosselli sembra indirizzarla (105-100) cacciando lo spettro del primo stop casalingo, ma dal cilindro Corbett pesca altri due missili che fanno malissimo ai biancoblù e rimettono la Poderosa davanti (105-106). Stavolta definitivamente. Rosselli sull’ultimo possesso cerca fortuna in area, ma arriva una palla contesa con la regola della freccia a premiare gli avversari. Scoppia così la gioia dei tifosi ospiti.

Commenta