Il no di Gerasimenko non ferma la trattativa per la cessione di Cantù

Il no di Gerasimenko non ferma la trattativa per la cessione di Cantù

Il primo contatto con la cordata americana sarebbe stato negativo. Intanto gli imprenditori locali si danno da fare

Futuro difficile da decifrare in casa Acqua S. Bernardo Cantù. Secondo La Provincia, Dmitry Gerasimenko avrebbe risposto «niet» all’offerta della cordata americana per rilevare il club.

Il patron del club canturino vorrebbe rientrare in maniera più decisa degli investimenti fatti per acquisire il Pianella, e mal digerirebbe la mobilitazione di imprenditori locali per sostenere il futuro del club.

Gli emissari della cordata americana avrebbero incassato con sorpresa la risposta di Dmitry Gerasimenko, ma la trattativa prosegue.

Commenta