Il Maccabi risorge a Berlino, Reynolds e Bryant stendono l’Alba

Courtesy of Getty Images
Courtesy of Getty Images

Qualche brivido nel finale ma il Maccabi rialza la testa dopo due sconfitte consecutive

Buona la terza. Dopo due sconfitte esterne consecutive, il Maccabi Tel Aviv ritrova il sorriso nella terza partita lontano da Israele. Battuto l’ Alba Berlin 89-95, allungando nel secondo periodo e gestendo sempre un buon margine di vantaggio nonostante il punteggio finale dica di un disperato tentativo di rimonta tedesco nel finale.

 

Nella vittoria del Maccabi c’è il parziale di 8-0 nel pitturato del secondo quarto. Lì dove fa la voce grossa Jalen Reynolds che chiuderà con 17 punti e 8/10 da due con anche 6 rimbalzi. Fattore della gara, però, anche le triple. Prima quelle sparate da Elijah Bryant autore di una prova praticamente perfetta (19 punti, 7/8 dal campo), poi quelle chirurgiche di Scottie Wilbekin e Jake Cohen .

 

Nel tentativo di rimonta di Berlino (che tira con il 25% da tre punti, nda), sono importanti i canestri di Martin Hermannsson e Marcus Eriksson. Loro protagonisti nel 9-0 a un minuto dalla fine con Hermannsson che dà speranze concrete. Ma il play finlandese sbaglia l’ultima tripla mentre dalla lunetta non tremano Acy e Wilbekin. E Tel Aviv trova così la dodicesima vittoria in EuroLeague.

 

[pb-game id=”421077″]

Commenta