Il duro comunicato di ULEB contro ECA e l’espansione del calendario di Euroleague a 18 squadre

Il comunicato ufficiale di ULEB

L’8 Aprile ULEB e le leghe membre sono state informate da Euroleague Basketball (ECA) dei cambi di calendario per la stagione 2019-2020.
Il 19 Dicembre 2018 tutte le leghe hanno ricevuto una bozza di calendario per la stagione 2019-2020 di Euroleague da ECA che serviva come base per pianificare le rispettive leghe nazionali, come è sempre stato negli anni precedenti. Il 13 Marzo 2019 ECA ha invitato le leghe che detengono quote per un meeting nei loro uffici di Barcellona. A questo meeting ULEB e le leghe membri hanno richiesto a ECA un miglior dialogo e trasparenza in modo da poter collaborare positivamente, come è giusto fare con chi è interessato dalle competizioni. Nessuna concreta proposta di cambio di calendario è stata fatta in quel meeting, a parte l’informazione che il calendario finale sarebbe stato confermato dal Board ECA il 3 Aprile 2019. Dopo il meeting, né ULEB, né le leghe membre sono state consultati in nessun modo riguardo alla possibilità di cambiamenti significativi.
Questi cambi di calendario tardivi e significativi, da un inizio anticipato alla fine posticipata della regular season di Euroleague fino allo spostamento di una settimana della Euroleague Final 4 rispetto agli anni scorsi, rendono molto difficile per le leghe nazionali pianificare la propria stagione 2019-2020. I calendari nazionali della maggior parte delle leghe sono stati già finalizzati, in base alla disponibilità delle arene, e sono stati inviati ai rispettivi club.

Sfortunatamente, questi cambi tardivi sono un altro incidente nella relazione tra ECA e le leghe nazionali, e danneggiano gli intesti delle leghe nazionali e del basket europeo. La convinzione di ULEB è che tutte le parti possano beneficiare da un modello integrato e bilanciato dove il basket locale, il basket europeo e le squadre nazionali possano trovare parte nella loro interezza. ULEB, per il bene del basket, crede nei principi basici del modello sportivo europeo, basato sul merito sportivo, con un accesso aperto e una struttura a piramide.
ULEB e i suoi membri aspettano di essere consultati da ECA e dai suoi portatori di interesse per decisioni future che impattassero il più ampio interesse del basket in Europa e le leghe nazionali in particolare.

Fonte: ULEB.

Commenta