Il derby è dell’Olimpia, doppiata l’Urania

Il derby è dell’Olimpia, doppiata l’Urania

98-49 il finale

Èuna festa per Milano il derby dell’Allianz Cloud, l’ex Palalido riabbraccia finalmente il grande basket. L’ex Palalido, gremito con oltre 5.000 spettatori, ha fatto da teatro all’inusuale sfida tra due squadre meneghine Olimpia ed Urania. Netta ovviamente la differenza di valori in campo, l’AX parte subito forte sfruttando la totale superiorità di Tarczewski. Il primo canestro dei Wildcats è una tripla, tabella e buzzer beater di Raivio, provano a stare in scia della corazzata biancorossa i ragazzi di coach Davide Villa, 18-8 dopo la bomba in transizione di Montano. Gioca con leggerezza e serenità l’Urania che sfrutta le incursioni di Raivio, è più 9 Olimpia alla fine del primo quarto, 23-14. ÈGiorgio Piunti ad aprire con decisione il secondo periodo, botto dalla distanza per il centro marchigiano, arriva però l’inevitabile allungo dell’Armani Exchange con Roll in grande evidenza, 37-19 dopo il morbido appoggio di Micov. Il “professore” serbo incanta ma Urania continua a cercare di reggere l’urto degli uomini di coach Messina, 44-30 dopo 5 punti della coppia Montano-Raivio, 44-30. Qualche lampo del talento luminoso di Rodriguez nel 51-30 sul tabellone alla pausa lunga. Dopo l’intervallo fuga definitiva dell’AX sulle ali delle triple di Roll e Moraschini, prosegue invece la splendida atmosfera all’interna dell’Allianz Cloud. C’è lo spettacolo garantito dalle schiacciate volanti di Tarczewski ma anche dalle belle giocate sull’asse Sabatini-Raivio-Montano, 72-40 al 30’. Il quarto finale è una passerella per entrambe le squadre, applaudite dal pubblico milanese, c’è spazio anche per gli under Lazzari e Cherubini, 98-49 alla sirena.

AX MILANO: Tarczewski 18, Roll 14, Micov 13, Biligha e Moraschini 11, Brooks 9, Burns e Mack 6, Della Valle e Rodriguez 4, Cinciarini 2

URANIA BASKET MILANO: Raivio 15, Montano 11, Negri e Piunti 9, Pagani 3, Bianchi 2

Fonte: Ufficio stampa Urania Milano.

Commenta