Il Banco di Sardegna non si ferma più: battuta Avellino

Il Banco di Sardegna non si ferma più: battuta Avellino

Avellino regge un tempo prima di venire travolta da una grande Dinamo. Finisce 105-84

SASSARI. Tutto pronto al PalaSerradimigni per il lunch match della undicesima giornata di ritorno del campionato LBA: ale 12 sarà alzata la palla a due della sfida tra Dinamo Banco di Sardegna e Scandone Avellino.

Quintetti

Dinamo Sassari. Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley.

Scandone Avellino. Udanoh, Green, Nichols, Harper e Sykes.

I QUARTO. Dinamo Sassari 23 – Scandone Avellino 30

Il match si apre subito con il duello tra l’ex di giornata Caleb Green e Rashawn Thomas: il giocatore iripino apre le danze con una tripla e un canestro dalla media firmando i primi 5 punti di Avellino. I padroni di casa rompono il ghiaccio con Thomas: Nichols punisce dalla lunga distanza ed è 8-2 biancoverde. Cooley sveglia i suoi con un 2+1. Sykes però conduce la Scandone con 7 punti, Filloy scrive il +9 e coach Pozzecco chiama minuto (10-19). Thomas fa 2/3 dalla lunetta, risponde Nichols: rotazioni in casa Dinamo con Polonara e Spissu in campo.Polonara infila la tripla mentre Green va negli spogliatoi dopo un contatto subito. Smith riporta lo svantaggio sotto la doppia cifra. Cooley scrive il -5 e il tap in di Polonara accorcia ancora. La schiacciata di Harper chiude la prima frazione  23-30.

II QUARTO. Dinamo Sassari 47- Sidigas Avellino 48

Sassari accorcia con un gioco da tre punti di Thomas, ormai in doppia cifra, Avellino risponde dall’arco con D’Ercole: botta e risposta dai 6,75 tra Polonara e un Sykes in grande spolvero (29-36). Anche Nichols si unisce alla causa e infila la bomba che ristabilisce il +10 della Sidigas. La difesa sassarese si inasprisce chiudendo la via del canestro, nell’altra metà campo i padroni di casa piazzano un break di 7-0 che li riporta a un possesso di distanza. Dopo la terza persa di fila coach Maffezzoli chiama minuto, i suoi escono bene dal timeout con il canestro di Filloy che dà ossigeno ai lupi. La Scandone  sigla un break da 7-2 che dice +8 per Sykes e soci. Smith e Cooley riportano il Banco a contatto. Latripla di McGee riporta il Banco a -1 con 40” alla seconda sirena. Fallo in attacco di Ndiaye, la tripla di Pierre arriva dopo la sirena: il primo tempo di chiude 47-48.

III QUARTO. Dinamo Sassari 79 – Sidigas Avellino 65

La Dinamo rientra in campo agguerrita e piazza un break di 10-2 che la porta in controllo del match.  McGee firma il sorpasso in avvio di terzo quarto, Pierre e Smith bombardano dall’arco mentre per la Sidigas c’è il solito Sykes. Sassari scappa via con Cooley e Smith, a cronometro fermo il play sassarese firma il +11. Ndiaye interrompe la fuga sassarese ma il Banco è in controllo e in fiducia (68-54). I lupi recuperano lunghezze con Sykes e Campani, i padroni di casa restano avanti con margine con Thomas, Pierre e Spissu.

IV QUARTO. Dinamo Sassari 105 – Sidigas Avellino 84

La Scandone prova a costruire la rimonta bombardando dalla lunga distanza con Filloy e Nichols ma il Banco di Sardegna risponde con Spissu, ormai in doppia cifra, che ricaccia indietro gli ospiti dall’arco. Cooley domina sotto canestro e al 35′ è 94-76. Cooley scrive il +20 sassarese mentre scorrono i titoli di coda: la partita non ha più emozioni da regalare. Al PAlaSerradimigni finisce 105-84.

Commenta