IBSA Next Gen Cup | Trieste la spunta all’overtime su Roma

IBSA Next Gen Cup | Trieste la spunta all’overtime su Roma

Allianz ok per 82-72 dopo un supplementare.

Primo quarto giocato su ritmi piuttosto elevati e di sostanziale equilibrio, con batti e ribatti fra le due squadre. A un primissimo tentativo di allungo triestino (+6, 5:16) risponde subito Roma due minuti dopo con un 6-0. Durante l’ultimo minuto, c’è Longo a rendersi protagonista con un paio di buone iniziative offensive e Trieste chiude la frazione avanti sul 17-12.

L’Allianz inaugura il secondo quarto in maniera ottima e due liberi di Schina la portano presto sul +10 (26-16, 6:51). Dall’altra parte però c’è un Wiltshire on fire, che segna a ripetizione tirando fuori dei gran bei numeri sia attaccando il ferro (a difesa schierata così come in contropiede) che dalla linea dei tre punti. Il sorpasso romano arriva sul finire della frazione con Durante e si va poi al riposo sul 34-33 Virtus.

Al ritorno sul parquet, la contesa non smette di essere appassionante e le due squadre si rispondono colpo su colpo, spesso con canestri che si fanno apprezzare. Schina, da bravo leader, si fa sentire al momento del bisogno, colpendo per due volte dalla lunga distanza. Longo poi lo imita in catch-and-shoot dall’angolo per il 53-48 Trieste (4:16). Lato Roma, Wiltshire intanto non ha mai smesso di produrre punti con continuità. Un suo 2+1 vale il 58 pari a 47″ secondi dalla fine del quarto, ma la frazione si chiude comunque con Trieste avanti (60-58) grazie a due liberi di Schina.

Nell’ultima frazione l’equilibrio continua a regnare sovrano. Trieste sembra più volte capace di poter mettere la freccia ma Roma è tenace, intensa, e non la lascia mai scappare via. Schina ha gli occhi della tigre e la sua precisione dalla distanza è una manna dal cielo per i biancorossi. Trieste conduce di un punto quando si entra negli ultimi cento secondi di gioco: da qui in poi, la contesa si risolve in un incredibile botta e risposta continuo fra i due play della partita, Schina e Durante. Tre canestri a testa e sei punti per i due, a 22″ dalla fine un’acrobazia del triestino vale il 76-75 per l’Allianz. Nell’azione successiva,Varetti impatta facendo 1/2 ai liberi con 13″ sul cronometro: né Roma su rimbalzo offensivo, né poi Trieste trovano il canestro. Si va all’overtime.

Nel supplementare, Durante continua a macinare canestri mentre Trieste riprende il comando nel punteggio grazie ai canestri di Arnaldo e Longo – quelli del primo, soprattutto, ispiratissimo e autore di due triple nel giro di una trentina di secondi per il +8 Trieste con 1:14 da giocare (90-82). Ormai Roma non ne ha più e il tempo non rimasto non basta per colmare il gap: finisce con la vittoria dei giuliani per 92-82.

Commenta