I Mavs non apriranno il campo d’allenamento a breve: Il gioco non vale la candela

Cuban spiega i motivi del ritardo nella ripresa degli allenamenti

I Dallas Mavericks non hanno intenzione di riaprire la palestra nel breve periodo.
A spiegarlo è stato Mark Cuban, proprietario della franchigia, che ha detto che l’impossibilità di far test per il coronavirus non permette alla franchigia di tornare ad allenarsi.

“Il problema è che non possiamo fare test alle persone e non possiamo quindi garantire a nessuno la sicurezza. Sia che si parli di un giocatore che di altra gente del nostro staff. Anche se dovessimo attuare tutte le precauzioni possibili, non ne vale la pena. Soprattutto considerando che i nostri giocatori si stanno mantenendo in forma, vanno a giocare nei campetti all’aperto. Non penso che il gioco ne valga la candela”.

Commenta