La Fiat Torino doma una pallida Grissin Bon 85-98

La Fiat Torino doma una pallida Grissin Bon 85-98

Carr e Wilson guidano una ottima Fiat. Reggio male dopo le prime due uscite convincenti

Torino batte la Grissin Bon Reggio Emilia con una prestazione di alto livello, mantenendo il controllo dall’inizio alla fine, con Carr e Wilson su tutti, ma vincendo di squadra. Per Reggio male il settore lunghi, con Elonu unico a non naufragare, ma in generale una prestazione mai convincente anche quando si è riavvicinata nel finale.

[pb-game id=”399014″]

Reggio e Torino si scontrano al completo, dato che Cagnardi ritrova all’ultimo minuto Elonu che aveva problemi a una caviglia, mentre l’unico assente è Larry Brown, ancora non presente in panchina sponda Fiat per problemi di salute.

Nel primo quarto Torino conduce le danze, pricipalmente grazie al suo pick and roll su cui Reggio non trova nessuna contromisura a Carr che trova sempre comunque Mcadoo. Anche Rudd, subito subentrato a Wilson volato negli spogliatoi dopo un minuto per un piccolo problema, primeggia su un indolente Griffin. E’ in questo modo che Torino scava il primo solco, tenendo il match fra i 5 e i 7 punti di vantaggio. Il quarto si chiude 19-24 per la Fiat.

Nel secondo quarto Reggio trona sotto, ma fino a massimo il -3 grazie all’ottima vena di Butterfield e poi però sprofonda fino al -12, anche perchè il problema di Reggio è che Wilson torna in campo e fa vedere tutto il suo gioco, che è davvero notevole. Dopo un po’ di sali scendi, all’intervallo il punteggio viene fissato sul 43-50 per la Fiat.

Nel terzo quarto Reggio le prova tutte, prova ad alzare il livello nervoso della sfida, si mette a zona, ma la prestazione rimane pallida sui due lati del campo. Torino sporca un po’ il suo gioco come è inevitabile e come vuole fargli fare Reggio, ma non perde mai la lucidità, continuando a non forzare e a distribuire il suo gioco. Il finale di terzo quarto segue questa traccia, con la Fiat che vola al +11, sul 60-71.

Quarto quarto. Reggio torna al -6 ancora di nervi, ma Torino è ancora fredda e non si scompone, anche grazie a Carr autore di una partita davvero ottima. A 3 minuti dal termine Reggio prova a crederci e arriva fino al -4 grazie alla tripla di De Vico, ma dall’altra parte ancora Torino risponde colpo su colpo con la tripla di Cotton e quella più fortunosa di Carr, mette in giaccio la partita.

MVP
Carr: mai una virgola fuori posto. Solida partita costruendo per sè e per la squadra.

[pb-player id=”176664″]

Commenta