Gigi Datome fa la magia, Fenerbahce regola il Real Madrid all’ultimo respiro

Courtesy of Getty Images
Courtesy of Getty Images

La penetrazione vincente dell'ala italiana permette ai gialloblu di mantenersi in vetta battendo la diretta inseguitrice

Con una magia di Luigi Datome il Fenerbahce supera il Real Madrid tenendo la testa del girone e mettendo tra sé e la più diretta inseguitrice (proprio i Blancos, in attesa del CSKA Mosca) due gare di distanza. 65-63 il finale di partita, con il canestro dell’ala sarda decisiva ai fini del sorpasso finale.

 

Partita calda e sentita fin dalla palla a due, gli spagnoli trovano prima i canestri da sotto di Anthony Randolph (11 punti e 5 rimbalzi), poi le bombe dalla distanza di Rudy Fernandez (12 punti, 4/6 da tre) e di Jaycee Carroll (11 punti, 3/5). Ma hanno poco o nulla da Sergio Llull (2 punti, 1/5 dal campo), con il tecnico fischiato sul finire di terzo periodo che sembra indirizzare la partita.

 

Anche perché il Fener ha la solita sostanza di Jan Vesely (13 punti, 6/10 dal campo) e canestri importanti da parte di Alì Muhammed (10 punti), seppur discontinuo dall’arco. Quando Datome perde due palle velenose in attacco, il Real Madrid produce il parziale di 9-0 (da 57-54 a 67-63) con Facundo Campazzo ad ispirare e trovare canestri importanti. Ma l’attacco spagnolo si ferma lì e la voglia di vincere del Fenerbahce torna immensa. Marko Guduric trova la prima bomba dopo cinque errori, Vesely la bimane dopo un errore di compagno e infine la giocata di Gigi Nazionale: penetrazione salendo con il destro, palla spostata sul sinistro e canestro subendo il fallo di Randolph. Gioco da tre punti, Campazzo non la porta al supplementare e il Fener si conferma in vetta.

 

[pb-game id=”388789″]

Commenta