Gianni Petrucci: Sono molto emozionato. In Cina per raggiungere le Olimpiadi. Metto pressione? Lo so

Gianni Petrucci: Sono molto emozionato. In Cina per raggiungere le Olimpiadi. Metto pressione? Lo so

Un emozionato presidente della FIP parla dopo la qualificazione al Mondiale in Cina

Queste le parole di Gianni Petrucci subito dopo la qualificazione al Mondiale cinese del prossimo mese di settembre.

“Sono molto emozionato. Era da troppo tempo che cercavamo un risultato del genere. E penso che il basket italiano lo meriti. Voglio ringraziare un grande tecnico con tutti i collaboratori, giocatori ed i presidenti di Serie A che ci sono stati vicini. Milano è l’ultimo esempio grazie a Proli con i giocatori che sono venuti 24 ore dopo la partita. E’una bella soddisfazione. Questo però è solo il primo tempo. In Cina dobbiamo andarci per raggiungere un obiettivo che sono le Olimpiadi. Metto pressione? Sì, è giusto che la metta” ha detto Petrucci. “L’immagine? Nessuno si offende se dico Meo Sacchetti. Nella pubblicazione del libro che ho scritto, “L’elogio della normalità”. E’un libro che ho scritto io, se è stato già scritto, allora il titolo sarà “Il super elogio della normalità” ha continuato il coach. “Chi andrà in Cina? Dipende da Meo Sacchetti. Io faccio il presidente della Federazione e come presidente tifo per tutti i giocatori. Stanno a lui le convocazioni, ma essendo lui intelligente, io già so quel che farà”.

Commenta