Gianluca Basile: Coronavirus emergenza gestita male, e nel calcio mi fanno ridere

Gianluca Basile: Coronavirus emergenza gestita male, e nel calcio mi fanno ridere

Il grande ex Gianluca Basile parla di Coronavirus: Se vogliamo finire il campionato, a questo punto non ci resta che giocare a porte chiuse

Il grande ex Gianluca Basile parla di Coronavirus sul Corriere dello Sport-Stadio:

«Secondo me nessuno ha capito veramente la situazione. Dalle notizie che ho, il coronavirus è solo un’influenza leggermente più forte. La situazione mi pare assurda e gestita male. Bisognava chiudere prima le frontiere con la Cina e controllare che non si arrivasse in Italia facendo sponda in altri Paesi. Io credo che sia giusto sospendere il campionato se davvero c’è un rischio così elevato di contagio e se questo virtus è davvero così pericoloso. Se vogliamo finire il campionato, a questo punto non ci resta che giocare a porte chiuse. Mi fanno ridere alcune società di calcio che hanno problemi a disputare due o tre partite alla settimana. Nel basket, che è comunque uno sport di fatica, da giocatore sono arrivato ad affrontare anche tre gare in tre giorni»

Commenta