Gara senza esclusione di colpi, la Russia supera la Nigeria nel finale

Gara senza esclusione di colpi, la Russia supera la Nigeria nel finale

Nel finale decisivo Kulagin dalla lunetta e il fallo in attacco di Aminu su Vorontsevich a rimbalzo

Gara senza esclusione di colpi a Wuhan tra Russia e Nigeria. Europei al comando per tre quarti in una gara tesissima, poi la splendida risposta dei «green» nei primi 5’ del quarto quarto. Quindi il punto a punto che dice 82-77 per la squadra di Sergey Bazarevich.

Gara decisa nel finale dunque, con Mikhail Kulagin a trovare il 2/2 dalla lunetta per il 77-75 a 30’’. A 13’’, forzato di Jordan Nwora, e fallo a rimbalzo di Al-Farouq Aminu su Andrey Vorontsevich. 2/2 anche per l’ala del Cska, e Nigeria che non molla e a 10’’ va in lunetta con Ike Iroegbu per il 79-77. Un antisportivo sulla rimessa chiude il match.

Per la Russia sono 16 di Mikhail Kulagin, 14 di Andrey Vorontsevich e 12 di Andrey Zubkov. Niheria trascinata dai 18 di Josh Okoye, 6 punti e 3 rimbalzi per Ekpe Udoh, in campo solo 13’. 3’ di gioco, e nessuna conclusione per l’ex Varese Stan Okoye.

Commenta